Berlusconi: il Porcellum? Colpa di Ciampi

1' di lettura

Il premier, ospite del congresso al Movimento di responsabilità di Scilipoti, torna a parlare dell'attuale legge elettorale: "Fu cambiata per intervento dell'allora presidente della Repubblica in base ad un'interpretazione personale della Carta". VIDEO

Roberto Calderoli "aveva dato quel giudizio negativo" sull'attuale legge elettorale definendola "Porcellum non nella sua totalità, perché la nostra legge che era in corso di approvazione al Senato fu cambiata per intervento del presidente della Repubblica di allora Ciampi, che pretese, in base ad un'interpretazione personale della Costituzione, di frazionare il premio di maggioranza al Senato in tutte le Regioni, cadendo così le ragioni di un premio di maggioranza che è dato a chi prevale sull'altra parte per garantire la governabilità".

E' quanto sostiene il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel suo intervento al congresso al Movimento di responsabilità nazionale di Domenico Scilipoti. Il premier ha poi sottolineato la necessità di "una modifica assolutamente importante", perché "la legge elettorale per così come è fatta garantisce certamente la governabilità per quanto riguarda la Camera ma non garantisce assolutamente la governabilità per quanto riguarda il Senato".

Leggi tutto