Pisanu a SkyTG24: "Il governo non regge il peso della crisi"

1' di lettura

Nuovo attacco del senatore del Pdl all’esecutivo e al premier Berlusconi: "Le intercettazioni sono un problema secondario rispetto alla drammaticità della situazione. Forza Gnocca? Preferisco non commentare". Anche Scajola sul piede di guerra

Guarda anche:
Pdl e dintorni: l'album fotografico
Il Pdl e il "brand" ingombrante del Cavaliere
In Molise Berlusconi scompare da simbolo

"Questo governo non è in grado di reggere il peso enorme della crisi economica e sociale, ma un governo di centrosinistra con gli stessi numeri sarebbe ugualmente non in grado". Così il senatore del Pdl Beppe Pisanu a SkyTG24. "Abbiamo le energie morali e materiali per affrontare la crisi, serve però un governo che sappia unirle e mobilitarle”.
Si fa dunque sempre più folto e minaccioso il gruppo dei cosiddetti "malpancisti", cioè coloro che dall'interno del Pdl chiedono una scossa. In giornata sono piovute come un macigno le parole di Claudio Scajola, il quale ha detto: "Ora dobbiamo mettere insieme le forze migliori del paese".

"No al voto anticipato" - Tornando invece all'intervista di Pisanu, l’ex ministro dell’Interno, già entrato in polemica nei giorni scorsi con il suo partito e con Berlusconi, non pensa come soluzione alle urne: “Per quanto riguarda l'ipotesi elezioni anticipate, penso da almeno un anno che sarebbero un male, perché nuocerebbero all'economia del Paese e con questa legge elettorale finirebbero per darci, magari a parti rovesciate, un governo diviso, rissoso e ingovernabile come questo".

"Forza Gnocca?  Preferisco non commentare" - Pisanu risponde invece così a una domanda sulla battuta di Berlusconi sull'idea di fondare un nuovo partito chiamato "Forza Gnocca": "Io non ho un carattere ilare. Non ho nessuna propensione a valutare le battute", ma "francamente mi sembrerebbe poco serio partecipare a una discussione del genere, preferisco non commentare. Continuo a considerare poco seria la cosa". Beppe Pisanu, ai microfoni di Sky Tg24, preferisce non commentare le parole di oggi del premier Silvio
Berlusconi che, scherzando con alcuni deputati mentre annunciava l'intenzione di dar vita a un nuovo partito, avrebbe ipotizzato il nome di 'Forza gnocca'.

"Le intercettazioni non sono una priorità" - Quanto alle priorità del governo il senatore Pdl non ha dubbi: "Le intercettazioni sono un problema secondario rispetto alla drammaticità della crisi economica. Una soluzione va trovata sulla linea del compromesso che si era raggiunto in commissione giustizia che evitava gli abusi ma garantiva la tutela di questo strumento per le indagini e la libertà di informazione".

Leggi tutto