Manovra: sale l'Iva, torna la tassa di solidarietà

1' di lettura

Il governo pone la fiducia al Senato sul maxi-emendamento al provvedimento sul risanamento dei conti, giunto alla sua quarta versione. "Mettere un punto" chiede il Corriere della Sera, Libero denuncia: "Gli sprechi non calano". RASSEGNA STAMPA

Aula deserta: discussione surreale in Senato - FOTO

Guarda anche:

Di Pietro: il Paese si vergogna di questo governo
Napolitano: servono misure più efficaci
Romani: "Nessuna modifica. Almeno per ora"
Salve le feste del 2 giugno, 1 maggio e 25 aprile

(in fondo all'articolo tutti i video sulla manovra)

Il governo ha posto fiducia sul testo della manovra economica, tra le polemiche dell'opposizione. Intanto un vertice di maggioranza, nella giornata di martedì, ha rivoluzionato ancora il provvedimento. Torna l’aumento dell'Iva, che sale al 21 per cento, viene introdotto un contributo del 3 per cento per i redditi sopra i 300 mila euro, dal 2014 ci sarà l'adeguamento delle pensioni delle donne per il settore privato. Limata anche la norma sul carcere per i grandi evasori: le manette scatteranno oltre i 3 milioni di euro evasi e se la cifra rappresenta almeno il 30% del fatturato.

Soddisfatta dalle novità Confindustria, commenti positivi arrivano anche dall'Unione europea, mentre i sindacati criticano duramente i provvedimenti su pensioni e Iva.
E anche tutti i quotidiani in edicola si concentrano sulla quarta versione della manovra di Ferragosto. Sul Corriere della Sera, che titola “Iva al 21% e prelievo sopra i 300mila euro”  un editoriale di Dario Di Vico, esorta il governo a “mettere un punto” alla manovra. "L'Iva sale al 21%, prelievo sui super-ricchi" il titolo del Sole 24 Ore che, in un fondo di Guido Gentili parla di "navigazione a vista" da parte del governo.

"Sale l’Iva, gli sprechi non calano" è il titolo polemico di un giornale vicino al governo come Libero, mentre sul Giornale il titolo di apertura è: "Ci siamo, ecco chi paga", e nell’occhiello: "Manovra pronta: era ora".

Critiche dai giornali di sinistra: "Sale l’Iva, più tasse per tutti" è il titolo dell’Unità, che dedica la copertina a una foto della manifestazione della Cgil. “Aumenta l’Iva, torna la supertassa” il titolo de la Repubblica. E Massimo Giannini, in un editoriale, parla di “totale schizofrenia delle misure messe in campo”. Nelle pagine interne del quotidiano diretto da Ezio Mauro, un'intervista al direttore dell’Fmi Christine Lagarde ripresa dal Der Spiegel.  “Ci sono stati progessi importanti in Italia dal punto di vista del risanamento dei conti pubblici e delle riforme strutturali” dice Lagarde del nostro Paese. Sempre su Repubblica, Beppe Pisanu chiede a Berlusconi di fare un passo indietro e lancia la proposta di un governo di larghe intese: "un patto di fine legislatura" tra "tutti gli uomini di buona volonta"', con un premier dotato di "credito internazionale", sostenuto da Pd e Pdl. 

Leggi tutto