Bagarre nel Pdl, Cicchitto: "Da Formigoni attacco indebito"

1' di lettura

Il capogruppo alla Camera risponde al governatore della Lombardia che aveva sollecitato "un grande bagno di democrazia". Ad agitare la maggioranza la manovra e il nodo pensioni. Alfano: "Spiegherò alla Lega che è ragionevole lavorare più a lungo". VIDEO

IL TESTO DELLA MANOVRA

Guarda anche
:
La manovra da 45,5 miliardi: tutte le misure
Berlusconi, le tasse e la crisi... d'identità. VIDEO
Bossi: "Le pensioni non si toccano". E insulta Casini
Manovra, governo diviso sulle pensioni
Maggioranza nel caos: Crosetto attacca Tremonti

"Quando siamo d'accordo dite che siamo una caserma, quando discutiamo che c'è confusione. C'è una discussione, abbiamo risposto in modo compatto a Formigoni, che ha fatto un attacco indebito, ma il Pdl si sta riorganizzando". Così Fabrizio Cicchitto, capogruppo Pdl alla Camera, parlando a SkyTG24 risponde alle domande sulle divisioni nel Pdl e all'attacco del governatore della Lombardia che, oltre a riproporre l'idea di innalzare l'età pensionabile (GUARDA IL VIDEO), ha chiesto al suo partito "un grande bagno di democrazia".
"Abbiamo un segretario che sta riorganizzando il partito - spiega Cicchitto - faremo i congressi a ottobre-novembre, ma prima ci occupiamo di italiani, faremo una manovra molto difficile. Le prossime due settimane affronteremo questo problema, la maggioranza starà in piedi, auspico un dialogo con l'opposizione, soprattutto con l'Udc, se non vogliono fare solo polemiche".

In ogni caso il tema della manovra e quello delle pensioni restano al centro del vivace dibattito interno alla maggioranza. Il ministro delle Riforme Umberto Bossi, in un comizio in cui ha insultato anche il leader dell'Udc Casini, è tornato a ribadire che sul tema della previdenza la Lega non farà sconti a nessuno. "Le pensioni non si toccano", ha detto il Senatur.

Intanto il segretario del Pdl, Angelino Alfano, in un'intervista alla Stampa ha spiegato che farà un'ulteriore tentativo "per dire alla Lega che, vivendo di più, è ragionevole lavorare più a lungo". Per Alfano, infatti, è necessaria "una riforma delle pensioni per ridurre i tagli agli enti locali". E martedì dovrà vedersela anche con i frondisti del Pdl, guidati da Crosetto, che gli illustreranno le loro proposte sulla manovra.

Guarda il servizio di SkyTG24:

Leggi tutto