Scudo fiscale bis, il governo frena

1' di lettura

I ministri Calderoli e Romani smentiscono che sia allo studio l'ipotesi di nuove misure per far tornare in Italia capitali esportati all'estero: "Realtà virtuale che nella manovra non c'è". Il 29 agosto i Comuni in piazza a Milano contro i tagli

IL TESTO DELLA MANOVRA

Guarda anche
:
La manovra da 45,5 miliardi: tutte le misure
Crisi, enti locali sul piede di guerra: "Manovra iniqua"
Berlusconi, le tasse e la crisi... d'identità. VIDEO
Spunta l'ipotesi di uno scudo fiscale bis

(In fondo all'articolo tutti i video sulla crisi)

Pensioni di anzianità ed età pensionabile delle donne sotto i fari. Nella maggioranza aumenta il fronte di coloro che opterebbero per una ulteriore stretta sulle pensioni, considerato che ci sono misure della manovra che scontentano molti e che dunque sarebbero necessarie risorse alternative. Anche la Lega, che sulle pensioni aveva alzato un vero e proprio muro, oggi guarda agli enti locali. E proprio dai Comuni si alza la protesta: annunciata una manifestazione a Milano per il 29 agosto contro i tagli.
Intanto dal governo arrivano smentite sull'ipotesi di una nuova operazione di rimpatrio di capitali, sempre per sostenere la manovra.

Calderoli e Romani: un'invenzione dei giornali - L'idea di riaprire il condono per i capitali detenuti ancora all'estero è per il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli solo una invenzione dei giornali (GUARDA QUI IL VIDEO). Una posizione che è stata ribadita dal ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani. "Francamente dello scudo bis non ho sentito parlare, però ormai sono i giornali che scrivono le manovre. Se lo scrivete due volte a quel punto diventa realtà, una realtà virtuale che nella manovra non c'è", ha detto Calderoli al canale all news di Sky. In una seconda intervista rilasciata sempre a SkyTG24, il ministro Romani ha detto che "lo scudo-bis non è allo studio del governo". (GUARDA IL VIDEO)

Le prossime misure allo studio del governo - Tramontata l'ipotesi sulla reintroduzione di uno scudo fiscale-bis, la maggioranza continua a lavorare sulle possibili modifiche alla manovra economica del governo. Il refrain degli insoddisfatti è: "Una manovra senza riforme e di soli tagli è dannosa e inutile". Per questo sono in progress le proposte alternative a quelle varate dal Cdm di venerdì scorso. Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, dovrebbe rientrare a Roma all'inizio della settimana prossima e incontrare una delegazione di frondisti a metà della prossima settimana, prima del voto sugli emendamenti.
Le proposte che in queste ore i parlamentari del Pdl stanno elaborando sono molte: dalla privatizzazione delle aziende municipalizzate, alla privatizzazione della Rai, dalla possibilità per i dipendenti privati di ottenere un anticipo sostanziale del Tfr (in una soluzione unica e con l'ausilio delle banche), fino alla riorganizzazione degli enti locali
senza dover passare per l'abolizione delle province, alla rimodulazione dell'Iva per eliminare o alleviare l'effetto del contributo di solidarietà per i redditi medio-alti.

L'identikit del possessore di capitali all'estero -
"Si tratterebbe di persone che hanno accumulato capitali nel tempo, per attività d'impresa, per eredità, soldi importati all'estero per transazioni spot". Questo il profilo del possessore di capitali all'estero tracciato da Alessandro Dragonetti, partner dello studio Bernoni.

Guarda il video



Opposizione: lo scudo è un nuovo condono - Nel giorno del nuovo tonfo di piazza Affari, le opposizioni tornano a puntare il dito contro il governo "barca senza timoniere", attacca Pier Luigi Bersani, che porta il paese a ballare ancora di più nella tempesta finanziaria. E sembrano chiudersi gli spiragli di confronto apertisi nei giorni scorsi. Pd e Idv stroncano l'ipotesi di uno scudo-bis come "un nuovo condono", un favore "agli evasori che invece - incalza Antonio Di Pietro - dovrebbero andare in galera".

Leggi tutto