Bossi insulta Brunetta: "Nano, non rompere...". IL VIDEO

1' di lettura

Il ministro delle Riforme attacca il titolare della Funzione Pubblica durante un comizio a Ponte di Legno. A scatenare la reazione del leader della Lega sarebbero state le pressioni da parte del collega di Governo sulla modifica delle pensioni

IL TESTO DELLA MANOVRA

Guarda anche
:
La manovra da 45,5 miliardi: tutte le misure
Province e Comuni, ecco quelli che rischiano di sparire
Crisi, enti locali sul piede di guerra: "Manovra iniqua"
Berlusconi, le tasse e la crisi... d'identità. VIDEO

(In fondo all'articolo tutti i video sulla crisi)

A Brunetta ho detto: "Nano di Venezia, non rompere i coglioni". Umberto Bossi ha apostrofato così il ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta, nel corso del comizio di Ferragosto a Ponte di Legno. Il leader della Lega ha raccontato come già nei giorni scorsi che a Brunetta è arrivata una telefonata "da Bankitalia nel Consiglio dei ministri per dirgli di tagliare le pensioni", è a quel punto che dunque il ministro delle Riforme, come lui stesso ha affermato questa sera davanti ai militanti leghisti, si è rivolto al suo collega in quel modo, visto l'impegno della Lega per evitare un ritocco delle pensioni con la manovra anti crisi appena approvata dal governo.

Bossi ha voluto rivendicare più volte alla Lega il merito di "aver salvato le pensioni". Un tema sul quale il ministro delle Riforme ha riferito che "abbiamo litigato tutto il giorno e per poco non passiamo alle vie di fatto".

In futuro Bossi ha detto comunque di aspettarsi un nuovo round in materia: "Non mi faccio illusioni, Bankitalia, Bce ci chiederanno ancora di tagliare le pensioni e dovremo litigare sempre, ma la Lega non molla". Banca centrale europea alla quale comunque Bossi ha dato atto di essere "fondamentale, perché ci ha dato una mano comprando i nostri titoli di Stato".

Leggi tutto