Cicchitto al Terzo Polo: "Da loro solo demagogia"

Il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto
1' di lettura

Il capogruppo del Pdl alla Camera parla a SkyTG24 e attacca la proposta di un governo di unità nazionale: "Totalmente irresponsabile". Sull'assenza di Berlusconi dice: "Il premier parlerà al momento opportuno, non quando glielo chiedono gli altri". VIDEO

Fabrizio Cicchitto interviene a SkyTG24 per rispondere alle dichiarazioni di Fini e Casini che dai giornali attaccano il governo, chiedendo un passo indietro di Berlusconi e un nuovo esecutivo di unità nazionale. Per il capogruppo del Pdl alla Camera la loro "è incredibile demagogia. Il governo ha avvertito la crisi prima dell'opposizione tant'è che ha tagliato la spesa pubblica negli ultimi tre anni."  Secondo Cicchitto la linea di Casini (che chiede un governo di unità nazionale) "è sul terreno della totale irresponsabilità, propone un salto nel buio."

Sollecitato sulla prolungata assenza di Silvio Berlusconi Cicchitto si inalbera e risponde "quale assenza scusi?" e difende il premier sostenendo che "il Presidente del Consiglio parlerà al momento opportuno. Non è che deve parlare quando lo chiedono Fini, Casini o qualche telegiornale". "La situazione non viene risolta parlando un giorni sì e uno no" sostiene Cicchitto.

Sull'appello lanciato da tutte le parti sociali, da Confindustria fino ai sindacati e alle banche, per un cambio di rotta del governo, il capogruppo del Pdl risponde che "le banche e le imprese sarebbe auspicale facessero fino in fondo la loro parte" e poi annuncia un incontro con le parti sociali entro la prossima settimana. In generale sulle critiche piovute sul governo nelle ultime settimane Cicchitto sostiene che c'è "un'orgia di faziosità e settarismo. Se non c'è una politica economica se ne contesta l'assenza, se c'è se ne contestano i contenuti".

Infine su Giulio Tremonti il capogruppo del Pdl sostiene che il problema è "il gioco al massacro che i mezzi di comunicazione, voi comprsi, sta facendo. Tremonti ha la fiducia del governo". 

Leggi tutto