Manovra, sette regioni dicono no al ticket sanitario

1' di lettura

Dopo Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Sardegna, Val d’Aosta e Trentino Alto Adige anche il Veneto sceglie di non far scattare i 10 euro per le visite specialistiche. Il governatore Zaia a SkyTG24: “Non vogliamo gravare ancora sui cittadini"

Guarda anche:
Manovra: scattano gli aumenti su bollo e ticket
La Rete contro la manovra: stop ai privilegi della "Casta"
Manovra: via libera definitivo alla Camera

(in fondo all'articolo tutti i video sulla manovra)

Il ticket sanitario di 10 euro per le visite specialistiche, previsto dalla manovra, non scatterà automaticamente in tutte le Regioni. La stessa manovra prevede, infatti, che ogni Regione possa scegliere autonomamente se applicare il ticket o meno, fermo restando ovviamente che si tratterà comunque di trovare la copertura finanziaria per compensare il mancato finanziamento. Nel giorno dell'entrata in vigore della manovra, si contano già sette regioni che dicono 'no' al ticket: ultima il Veneto, il cui governatore Luca Zaia è stato categorico. "Niente ticket, non vogliamo gravare ancora sui cittadini. Noi abbiamo un bilancio virtuoso, chiuso con un attivo di 12,5 milioni di euro, anche se non abbiamo né un 'superticket' né tantomeno l'applicazione dell'addizionale Irpef" ha detto intervistato a SkyTG24.

No ai ticket anche dall'Umbria, la cui presidente Catiuscia Marini ritiene il ticket una misura "ingiusta e iniqua", un "balzello odioso che penalizza i cittadini". Hanno detto no già nei giorni scorsi Toscana e Emilia Romagna: lunedì 18 luglio la Toscana in giunta approverà una delibera proprio in questo senso, mentre l'Emilia Romagna ha varato una circolare esplicativa ai direttori generali delle Asl, proprio per ufficializzare che il ticket non ci sarà. Del fronte "antiticket" fanno parte anche Sardegna, Val d'Aosta e Trentino Alto Adige. Stanno studiando se e come evitare l'introduzione del ticket Piemonte, Marche, Campania e Friuli, mentre il Lazio, malgrado l'espressa contrarietà del presidente Renata Polverini, non sembra in grado di evitare almeno per ora il ticket vista la sua condizione di regione sottoposta a piano di rientro. Quanto al ticket da 25 euro sui codici bianchi, solo gli abitanti della Basilicata avvertiranno la novità: nelle altre regioni erano già in vigore.

Tutti i video sulla manovra economica

Leggi tutto