Lodo Mondadori, Ghedini: "L'azienda pagherà"

1' di lettura

L'avvocato del premier esclude nuove leggi ad hoc per il risarcimento dovuto da Fininvest alla Cir, dopo l'appello: "Speriamo che la Cassazione faccia giustizia". Intanto i legali di De Benedetti inoltrano la richiesta di pagamento

Guarda anche:
Manovra: spunta una norma sul Lodo Mondadori
Norma salva Fininvest, Tremonti: "Ne parlerà Palazzo Chigi"

"Non c'è nessuna ipotesi di legge, lo escludo categoricamente". Così l'avvocato del
premier e parlamentare del Pdl, Niccolò Ghedini, in Tribunale a Milano per l'udienza Mediatrade, ha risposto ai cronisti che gli chiedevano se vi sia 'in cantiere' qualche progetto di legge per
intervenire sulla sentenza di sabato scorso che ha condannato Fininvest a pagare 560 milioni di euro di risarcimento alla Cir di De Benedetti per la vicenda del Lodo Mondadori.

Ghedini ha anche detto "Fininvest pagherà e speriamo poi che riavrà i soldi indietro quando la Cassazione farà giustizia". Secondo Ghedini infatti "certamente i giudici non sospenderanno" l'esecutività del provvedimento che ha condannato la Fininvest a pagare 560 milioni di euro alla Cir. Alla sentenza, il presidente di Fininvest e figlia del premier, Marina Berlusconi, ha reagito duramente: "Neppure un euro è dovuto da parte nostra, è un aggressione contro mio padre".

Intanto i legali della Cir hanno inoltrato la richiesta di pagamento dei 560 milioni di risarcimento, stabilito nel giudizio di secondo grado, a Intesa Sanpaolo, capofila delle banche che hanno prestato la fideiussione di 806 milioni a Fininvest.

Consulta la cronologia interattiva



Tutti i video sulla sentenza

Leggi tutto