Province: la Camera boccia la proposta Idv per abolirle

1' di lettura

I voti contrari sono stati 225, quelli a favore 83, si astiene il Pd. Di Pietro: "In Aula la maggioranza della Casta". Franceschini: "Non si può solo sopprimere, bisogna pensare anche a ridistribuire le competenze". IL VIDEO

L'Aula della Camera ha bocciato la proposta dell'Italia dei valori di abolire le Province. I voti contrari sono stati 225, quelli a favore 83. Gli astenuti sono stati 240. In favore, oltre all'Idv, si è schierato il Terzo polo, contro la richiesta si è espressa la maggioranza, mentre il Pd si è astenuto.

"Oggi si è verificato il tradimento generalizzato degli impegni e dei programmi elettorali da sinistra a destra - ha attaccato duramente il leader dell’Idv Antonio Di Pietro - tutti hanno fatto a gara nel far sognare in campagna elettorale gli italiani sul fatto che si sarebbe tagliata la casta eliminando le province e poi oggi non hanno mantenuto gli impegni. In aula si è verificata una maggioranza trasversale: la maggioranza della Casta".

Il capogruppo dei democratici Dario Franceschini ha spiegato invece le perplessità sul testo: "Siamo anche disposti, nell'ambito di un confronto parlamentare, a discutere della vera e propria soppressione delle province ma nell'ambito di un disegno che ridistribuisca le competenze", mentre il testo dell’Idv, per Franceschini, "propone semplicemente la soppressione della parola province e non dice nulla sul dopo".

“Oggi avevamo un'occasione d'oro per tagliare le Province. Invece è stata sprecata per responsabilità della maggioranza e del Pd. Siamo rimasti soli in Parlamento, assieme all'Idv, a fare questa battaglia" ha commentato il leader Udc Pier Ferdinando Casini.

Leggi tutto