Manovra da 47 miliardi, 3 anni per risanare i conti

Silvio Berlusconi
1' di lettura

Tremonti: "Equilibrio tra rigore e sviluppo". Berlusconi: "Metteremo la fiducia". Bersani: "Bomba a orologeria". Pensioni, ticket sulle prestazioni mediche, super bollo per auto potenti, sgravi per gli imprenditori under 35. LA SCHEDA

Guarda anche:
Napolitano: serve responsabilità
Manovra da 47 miliardi, una "tregua armata"

Arriva la mini-tassa per le imprese di imprenditori under-35. Nuova stretta sulle assenze degli statali: in caso di malattia la visita fiscale può arrivare il primo giorno. Al via la dismissione delle case popolari ex Iacp (Istituto Autonomo Case Popolari). Torna il super-bollo, ma solo per le auto di lusso. Confermato il bonus produttività, ovvero la tassazione agevolata per straordinari e premi, anche per il 2012. E ancora: nuovi ticket sulle prestazioni sanitarie; tagli al pubblico impiego e blocco del turn over, meno tasse agli imprenditori under 35.
Sono alcune delle novità contenute nella manovra varata dal Cdm per centrare l'obiettivo del deficit zero nel 2014.

La scheda:


MANOVRA DA 47MLD - Varrà 1,5 sul 2011, 5,5 miliardi sul 2012, 20 mld sul 2013 e 2014.

FORFAIT 5% PER IMPRENDITORI UNDER 35 - Riguarderà anche i cassaintegrati e durerà 5 anni.

P.A., VISITA FISCALE DAL PRIMO GIORNO - Stretta sulle assenze. Controlli immediati se la 'malattia' si verifica nelle giornate precedenti o successive a quelle non lavorative.

VENDITA CASE EX IACP (Istituto Autonomo Case Popolari) - Case popolari presto in vendita con intese tra governo e regioni ed enti locali.

SUPER-BOLLO SU BOLIDI - Varrà sulle auto di grande cilindrata, oltre 225 kw.

ANCHE IN 2012 BONUS PRODUTTIVITA' LAVORO - Il Governo, sentite le parti sociali, provvede entro il 31 dicembre 2011 alla determinazione del sostegno fiscale e contributivo in questione "nei limiti delle risorse stanziate con la legge di stabilità".

DA 2020 ETA' PENSIONE DONNE SALE 1 MESE - Aumento soft per arrivare da 60 anni a 65 anni: l'ultimo scaglione e' fissato al 2032.

SANATORIA SU LITI FISCALI SOTTO 20.000 EURO - Per ridurre il numero delle pendenze giudiziarie e quindi concentrare gli impegni amministrativi e le risorse "sulla proficua e spedita gestione del procedimento".

DA ENTI LOCALI 9,7 MLD - Il concorso alla manovra delle regioni a statuto speciale, delle regioni a statuto ordinario, delle province e dei comuni è quantificabile in complessivi 3.200 milioni di euro nell'anno 2013, e 6.500 milioni di euro a decorrere dall'anno 2014.

TAGLIO STIPENDI MINISTRI - La misura è stata confermata dal ministro per l'Agricoltura, Saverio Romano.

ORARI NEGOZI - Nei comuni di interesse turistico e nelle città d'arte, in via sperimentale, gli esercizi commerciali non saranno pi- tenuti a rispettare gli orari di apertura e chiusura, la chiusura domenicale e festiva e la mezza giornata di chiusura infrasettimanale.

ELECTION DAY - Previsto l'accorpamento tra le elezioni politiche o amministrative in un'unica giornata, "tranne i referendum che per Costituzione vanno fatti in modo separato". ha annunciato il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti.

BENZINA, NON OIL E SELF SERVICE IN OGNI IMPIANTO - Gli impianti di distribuzione dei carburanti potranno vendere alimenti, bevande, quotidiani, periodici e sigarette. Tra le misure anche l'obbligo, entro un anno, di aprire pompe self-service con pagamento anticipato in tutti gli impianti, che dovranno essere funzionanti anche nelle ore in cui è presente il gestore.

ICE, RIDUZIONE UFFICI - L'obiettivo è formare presso ogni ambasciata 'casa Italia'. Dei 14 uffici in Italia ne resteranno due, Roma e Milano. Gli attuali 1.200 dipendenti (metà in Italia e metà all'estero) saranno ridotti di circa 200 unità.

LIBERALIZZAZIONE COLLOCAMENTO - L'obiettivo, ha detto il ministro del lavoro Maurizio Sacconi, è "un mercato del lavoro più aperto e inclusivo per le donne".

AUTHORITY PER LE CASSE PREVIDENZIALI PRIVATE - Sarà la Covip.

5X1000 ALLA CULTURA - A partire dal prossimo anno i cittadini italiani potranno destinare il 5Xmille per la tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali.

RIFORMA CINECITTA' - La nuova società rinasce come Cinecittà Luce e sarà vigilata dal ministero per i Beni culturali che si dedicherà unicamente alle sue funzioni storiche ovvero promozione, distribuzione e conservazione del patrimonio cinematografico.

BLOCCO TURN-OVER P.I. - Confermata la misura che prolunga lo stop alle assunzioni.

STOP RINNOVO CONTRATTI P.A. - Nuova proroga per il congelamento degli stipendi degli statali.

NO RIVALUTAZIONE PENSIONI PIU' ALTE - Se superano cinque volte il minimo. Rivalutazione al 45% se superano il trattamento minimo di tre volte.

STRETTA SUI GIOCHI - Nuove norme contro le scommesse clandestine. Si inaspriscono le sanzioni. Misure più severe per che fa giocare i minori.

COSTI POLITICA - Drastico ridimensionamento anche di auto e aerei 'blu'.

TICKET SANITARI - Dovrebbero tornare dal prossimo anno - a meno che non ci siano cambiamenti dell'ultim'ora - sia sulle visite specialistiche e sugli esami diagnostici (10 euro) che sui codici bianchi del pronto soccorso (25 euro).

QUOTE LATTE - Stop alla riscossione coattiva. Aiuti anche agli imprenditori agricoli che potranno transare i debiti.

TASSE FINANZA - Arriva il 35% sul trading bancario e l'imposta di bollo dello 0,15% sulle transazioni finanziarie.

Berlusconi: chiederemo la fiducia -
Con un impatto che sarà di 1,5 miliardi sul 2011, 5,5 nel 2012 e 20 miliardi sui due anni successivi. Questo anche perché - spiega in conferenza stampa il ministro Giulio Tremonti - nessuno pensava di raggiungere il pareggio quest'anno, ma in ogni caso su 2011 e 2012 gli obiettivi di bilancio sono già centrati". (GUARDA IL VIDEO).
E via libera anche alla delega fiscale che si conferma 'light' con alcune indicazioni di massima e l'impegno - dice Tremonti - di arrivare alle tre aliquote (20, 30 e 40%). E sulla manovra che ora arriva in parlamento - anticipa il premier, Silvio Berlusconi - "alla fine ci sarà la fiducia". Anche perché sono attesi "moltissimi emendamenti". Intanto comunque la manovra è attesa dal 25 luglio in aula alla Camera.

L'opposizione boccia la manovra - Se la maggioranza plaude al via libera del provvedimento, l'opposizione si prepara alle barricate. (ASCOLTA LE DICHIARAZIONI) A bocciare senza appello la manovra e' il leader del Pd Pier Luigi Bersani: "Io mi sono fatto un'idea: sono arrivati là impreparati", dice il leader democratico convinto che "sul periodo 2013-2014" la manovra "lasci un buco, un punto interrogativo, che è una bomba a orologeria". Il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini parla di "sconfitta annunciata che scarica sul futuro governo gli oneri". Duro il giudizio dei due capigruppo dell'Idv Felice Belisario e Massimo Donadi che accusano l'esecutivo di "aver dato uno schiaffo al Parlamento e preso in giro gli italiani".

Leggi tutto