Scilipoti diventa lord. Per un giorno

1' di lettura

Il parlamentare ex Idv, ora nel gruppo dei responsabili che appoggia il governo, giustifica la sua assenza durante la votazione che ha visto sconfitto il governo: "Ero alla Camera dei Lords per discutere di medicina non convenzionale"

Scilipoti lancia l'inno: ascoltalo

Era a Londra. Alla Camera dei Lords.
In quella nostrana, mercoledì 29 giugno il governo andava sotto sulla legge comunitaria ma Domenico Scilipoti si era "recato a Londra, presso la Camera dei Lords, per un incontro informale - informa una nota - su invito di Lord Thomas Taylor già presidente del Consiglio consultivo di energia elettrica e presidente nazionale dell'Autorità per l'istruzione del Regno Unito, nonché consulente di varie holdings e fondatore del Consiglio dell'Università di Lancaster".

"Nell'occasione - prosegue la nota dell'esponente del Nuovo Polo - vi è stato un proficuo scambio di idee su tematiche importanti che interessano i due Stati, quali le condizioni e le problematiche relative al mondo della scuola, alla disciplina delle intercettazioni telefoniche, alla medicina non convenzionale, all'ambiente e alle fonti energetiche rinnovabili".
Solo un primo passo visto che "l'incontro si è concluso con lo scambio reciproco dell'impegno di un futuro confronto, programmato per il prossimo autunno.

Leggi tutto