Il vanto di Speroni: "In auto in Germania a 316 km all’ora"

Francesco Speroni, capogruppo della Lega al Parlamento europeo
1' di lettura

Così l’eurodeputato ed ex ministro della Lega Nord ha confessato, ospite a "Un giorno da pecora" su Radio2, di aver raggiunto il suo nuovo record in macchina. Per chi non ci credesse, il leghista ha pure postato una clip sul suo canale Youtube. IL VIDEO

Guarda anche:
Speroni: bisogna mitragliare i barconi
Santanchè & co: corna, dito medio e gesti poco "onorevoli"

In auto a 316 km all'ora. È il nuovo record di velocità raggiunto da Francesco Speroni, eurodeputato leghista che si è vantato senza alcun imbarazzo dell’impresa negli studi di Radio2, ospite di "Un Giorno da Pecora". Confessando pure di aver postato il video che testimonia il suo "miglior risultato" su Youtube (in basso).

"Lei - domanda la redazione - aveva dichiarato di correre molto con la sua auto in Germania, dove non ci sono limiti di velocità. Ha raggiunto un nuovo record?". Così ha riposto Speroni, ex ministro delle Riforme nel primo governo Berlusconi: "L'ultima sono arrivato, di tachimetro, a 316 km orari. Il video lo si può vedere anche su Youtube se uno vuole". Debora Serracchiani, ospite in studio nella stessa trasmissione, ha criticato il leghista: "Anche se in Germania non ci sono limiti di velocità, c'é sempre il buon senso a cui fare riferimento", ha detto l’eurodeputata del Pd. "Non sono uno che viola le regole, il buon senso è un altro discorso, ognuno ha il suo. Ovviamente - ha sottolineato Speroni - vado veloce quando non c'é nessun altro. I rischi ci sono dappertutto: magari uno sta a casa sua, e gli viene il terremoto".



Sullo stesso canale Youtube di Speroni, salta all’occhio l’unico altro video (in basso) postato dall’ex ministro il 5 febbraio 2008, pochi giorni dopo la caduta del governo Prodi e solamente un giorno prima che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sciogliesse le Camere per andare a nuove elezioni. Nel video, che risale al periodo di emergenza rifiuti a Napoli del 2008 e, probabilmente, allo stesso momento in cui il Capo dello Stato aveva chiesto all’allora presidente del Senato Franco Marini di verificare se ci fossero le condizioni per un governo tecnico, si vede un intervento di Speroni all’Europarlamento in cui il deputato leghista attacca frontalmente Napolitano accusandolo di essere uno "squallido bolscevico".

Leggi tutto