Polledri (Lega): "Bella sorpresa se ci caliamo le braghe"

1' di lettura

Così il parlamentare del Carroccio si è rivolto alla collega del Partito Democratico Pina Picierno durante la trasmissione tv Agorà. Arrivano le scuse ma intanto scoppia la polemica. GUARDA IL VIDEO

Guarda anche:
Bagarre in Aula, insulti alla deputata disabile


Il contesto non era quello goliardico di una cena tra amici, bensì un dibattito durante il programma Agorà su RaiTre, e in diretta. Ma Massimo Polledri, deputato leghista non nuovo a polemiche, si è lasciato andare a una battuta non proprio da gentleman nei confronti di una collega del Pd. Uscita che ha provocato un'ondata di critiche, nonostante la difesa di alcune parlamentari del Carroccio.

Il fatto. A Pina Picierno, giovane parlamentare campana, che gli rimproverava (citando il collega di partito Franceschini) "La lega a Pontida lancia segnali di celodurismo, ma poi arriva e Roma e si cala le braghe", Polledri ha replicato a mezza bocca: "Se ci caliamo le braghe noi, può esserci una bella sorpresa per te". Frase pronunciata a bassa voce, tanto che la Picierno non ha sentito, ma non abbastanza da sfuggire ai microfoni. E al pubblico. Solo successivamente, su sollecitazione del conduttore, sono arrivate le scuse.

Proprio Polledri, lo scorso 16 marzo in Aula alla Camera, aveva lanciato un appello alla moralizzazione della tv. "Dobbiamo rispettare i minori, dobbiamo rispettare e tutelare anche un minimo di senso del pudore", aveva detto il neuropsichiatra piacentino, "proponiamo, accogliamo e ragioniamo, sia opposizione, sia maggioranza, non già il ritorno alla censura più becera, ma il ritorno a un minimo di decenza" in "difesa dei nostri figli".

Sempre il deputato leghista era stato sospettato di avere apostrofato in malo modo, il 31 marzo, la deputata del Pd Ileana Argentin in Aula alla Camera. Qualcuno dai banchi della Lega aveva urlato alla parlamentare, che è disabile, "handicappata di m...".

E in molti avevano punto il dito su Polledri, ma lui aveva seccamente smentito. Molte le critiche che si è attirato oggi con certezza, Polledri. "A noi è chiaro che gli elettori hanno punito, attraverso le urne, anche e soprattutto comportamenti ammiccanti e machisti come il suo, di cui il Paese è stanco", ha sottolineato Anna Finocchiaro, "è evidente che la vera sorpresa è quella che ha avuto la Lega alle elezioni. Ma Polledri si prepari a tenere a freno lingua e nervi, perché è solo l'inizio...".

Quello di Polledri, ha dichiarato Anna Paola Concia, "è un modo di fare da vero primitivo che, purtroppo, non si discosta molto da quello dei suoi compagni di partito volgari in ogni occasione". In difesa del deputato leghista si sono invece schierate le colleghe Erica Rivolta ed Emanulea Munerato. "Fa sorridere che persone abituate a organizzare i Gay Pride, dove se ne vedono di tutti i colori, si ergano a portabandiera del moralismo", hanno detto, "se una persona mette in dubbio la virilita' e la coerenza di qualcuno e di un intero movimento come minimo una battuta di risposta se la merita".

Guarda il video:

Leggi tutto