L'Huffington Post celebra Vendola: "Unico rivale di Silvio"

1' di lettura

Uno dei più popolari siti di informazione Usa dedica un articolo al leader di Sinistra Ecologia e Libertà: "Per alcuni è l'Obama italiano, per altri è come Clinton che da governatore di uno stato povero ha portato il suo carisma a livello nazionale"

Nichi Vendola sbarca sulla grande informazione politica americana: l'Huffington Post gli dedica un profilo in cui - a dispetto magari di qualche collega italiano - lo definisce nientemeno che "il Barack Obama italiano". Oppure lo accosta "ad un altro governatore di uno stato povero e conservatore, Bill Clinton, che cavalcando il suo carisma e la sua arte retorica è giunto sul palcoscenico nazionale".

Si tratti di Obama, si tratti di Clinton, è lui "il principale rivale di Silvio", scrive uno dei siti di informazione e opinione più cliccati del panorama Usa. Un sito di orientamento democratico  che pochi mesi fa è stato acquistato dal colosso Aol. E lui, intervistato nell'ambito di un suo giro americano, spiega: "la battaglia è quella per la difesa della cultura in Italia, il berlusconismo è la morte della Repubblica". Nota del redattore, ad uso e consumo del lettore di Washington: "Il termine "berlusconismo" si riferisce, of course, al premier italiano Silvio Berlusconi, il miliardario e magnate dei media divenuto politico meglio noto in questi giorni per il suo 'bunga bunga'".

Poi la spiegazione si concentra su Vendola: "Omosessuale dichiarato, ex comunista, suo padre ripudiò il fascismo dopo aver letto i libri di John Steinbeck. Poeta, ha un suo canale su YouTube, ha promesso di por fine all'era del berlusconismo". Infatti "anche se l'attuale governo sopravvivesse fino alle elezioni previste per il 2013, Vendola ha cambiato, per sempre, la politica italiana. Usando i social media per aggirare la presa soffocante di Berlusconi sull'etere italiano, ha lanciato un appello ai giovani disillusi, copiti da una dosoccupazione che arriva al 30 percento". I quali hanno risposto: "su Facebook, Vendola ha oltre 500.000 amici, e decine di migliaia di followers su Twitter".

Non è la prima volta che la stampa americana si interessa al presidente della Regione Puglia. In gennaio anche il Washington Post aveva dedicato un articolo a Vendola. In quella occasione però c'era stato un piccolo giallo: sul sito ufficiale del leader di Sel era comparsa una traduzione in cui in un primo momento mancavano le critiche che il giornale aveva riservato a Vendola.

Leggi tutto