"Contrordine Pdl: votate NO ai referendum". Ma è una bufala

La pagina di AgoraVox con la presunta mail del Pdl
1' di lettura

Una e-mail della direzione Pdl, rivelata da AgoraVox, starebbe invitando i militanti, vista l'alta affluenza al voto, a non astenersi, in modo da arginare una vittoria schiacciante dei "sì". Ma i blogger di destra smentiscono: "Un falso"

Guarda anche:

SPECIALE REFERENDUM
Referendum, alle ore 19 affluenza intorno al 30%
Referendum, affluenza boom: alle 12 ha votato l'11,6%
Berlusconi sui referendum: "Non andrò a votare"

Un cambio di strategia in corsa. Il Pdl, impaurito dalle rilevazioni sull’affluenza alle urne e sulla vicinanza dell'obiettivo del quorum, manda una mail ai suoi per invitarli a non astenersi, come indicato tra l'altro da Silvio Berlusconi, ma a questo punto andare a votare. E votare “no”. Per evitare che alla conta finale i “sì” non solo vincano, ma vincano con oltre l’80%.

La notizia ha iniziato a circolare questo pomeriggio in Rete. Diffusa dal sito di giornalismo partecipativo AgoraVox. Con tanto di immagine e testo della mail che starebbe pervenendo in queste ore agli iscritti alla mailing list del Pdl. Bufala, come sostengono i blogger di centrodestra, o clamoroso contrordine? Con il passare delle ore si fa sempre più strada la prima ipotesi, che si tratti di un falso. Come risulta anche in base alle prime verifiche di Sky.it.

Ma vediamo il presunto testo della missiva: “Caro amico, cara amica. Alla luce delle percentuali estrapolate alle ore 12 dal Viminale, ci preme rettificare le indicazioni di voto diffuse a mezzo stampa nei giorni precendenti da parte di tutti i nostri rappresentanti. Vista l’alta affluenza alle urne temiamo una elevatissima percentuale di “sì” (che si attesterebbe ad oltre l’80% secondo sondaggi), mettendo l’attuale direttivo nazionale e il governo tutto in un’imbarazzante posizione con poche giustificazioni in tal senso. Vi pregherei, a titolo personale e a titolo di tutti gli esponenti di partito e di quelli alleati, di recarvi immediatamente alle urne a votare “no” quanto meno per abbassare la percentuale dei voti a favore”. La firma è oscurata, ma la e-mail proverrebbe dal “direttivo del Pdl Roma”.

Iscritti alla mailing list Pdl interpellati da Sky.it smentiscono di aver ricevuto il messaggio. E anche negli ambienti del partito si parla di una bufala. Ma soprattutto, la notizia diffusa da AgoraVox genera fin da subito la risposta indignata dei blog di centrodestra. Come Daw, che sul profilo Facebook mette in guardia: “Stanno girando, riprese da alcuni siti, false mail del Pdl mandate ai ‘circoli’ a firma del ‘direttivo del Pdl Roma’. Attenzione: è un falso. Si tratta di una bufala, che probabilmente è l’ennesimo scempio della vergognosa opera di mistificazione e propaganda di ambienti della sinistra”.

A quel punto prende la parola AgoraVox, che in calce al suo articolo scrive: "La notizia è stata pubblicata poiché la fonte che ci ha inviato la mail (un noto politico) è considerata più che attendibile e, in passato, non ha mai dato notizie rivelatesi false. Ove confermato si tratti di un fake ci assumiamo la colpa e chiediamo scusa ai lettori ma, ribadiamo, che ci siamo fidati di un politico che, a sua volta, sembra essere stato raggirato".

Leggi tutto