"E la sinistra?": sul web il commento alla giunta Pisapia

La pagina facebook di Pisapia
1' di lettura

Su Facebook gli elettori giudicano la nomina degli assessori dell'amministrazione guidata dal neosindaco di Milano. Tanti elogi, specie per la presenza di sei donne, ma anche qualche critica per i "troppi moderati"

Guarda aanche:
I videomaker raccontano le elezioni
Tutta colpa di Pisapia, il tormentone diventa un libro

AMMINISTRATIVE 2011
: LO SPECIALE LE FOTO -

PIGIA PIGIA:
Milano, Napoli e le "dimensioni" dei Comuni al voto nel nuovo format di Beautiful Lab

(in fondo all'articolo tutti i video sulle amministrative di Milano)

Troppo centro e poca sinistra. Tra le approvazioni e gli incoraggiamenti, è questa la principale obiezione che gli elettori di Pisapia scrivono sulla pagina Facebook del neosindaco dopo aver letto i nomi della nuova giunta del comune di Milano.
Una giunta metà rosa, come aveva annunciato il diretto interessato, durante la campagna elettorale, ma che per diversi utenti si è spostata troppo sul fronte moderato.

"Complimenti, dentro il centro e fuori la sinistra!!!", scrive così Massimo. Il suo messaggio viene subito ripreso da un altro elettore, Ugo, che si chiede retoricamente: "E' assolutamente vero. Dentro il centro e fuori la sinistra. Ma i cittadini non si erano espressi in maniera diversa?".

Altri utenti, in particolare, denunciano poi la mancanza di uomini legati alla Federazione della sinistra (che non ha nessun esponente nella giunta). Così Antonio, a commento della gallery di presentazione del nuovo esecutivo, scrive: "Rifondazione e Comunisti italiani hanno eletto ben due consiglieri: un posto in giunta forse lo avrebbero meritato, invece della presidenza del consiglio comunale (incarico di assoluto rispetto, ma di valenza puramente istituzionale).

Gli elogi fanno comunque aggio rispetto alle critiche. In poco meno di mezz'ora, i "mi piace" superano quota duecento.
Giuseppe parla di "un segnale di forte indipendenza della sinistra", Erica palude allo spazio dato alle donne, mentre Massimiliano nota: "Mi piace l'idea Tabacci (assessore al Bilancio ed esponente dell'Api di Rutelli ndr), perché pure essendo lontano dalle mie idee politiche è una persona seria ed affidabile".

Leggi tutto