Formigoni scalpita su Facebook: "Solo una volta da Vespa"

1' di lettura

Sul social network polemica del governatore della Lombardia contro la trasmissione "Porta a porta", colpevole di aver invitato troppe volte Roberto Cota. La replica del giornalista: "Ho già spiegato, se non vuole capire è un suo problema"

Bruno Vespa garantisca "equilibrio" tra gli invitati alla sua trasmissione e dia risposte agli abbonati Rai che "pagano il canone per avere trasmissioni equilibrate" e "non per assistere silenziosi a esclusioni o a censure del tutto immotivate". Così Roberto Formigoni, in un post sulla sua pagina Facebook, ha risposto a un messaggio in cui una sua elettrice, conti alla mano, ha paragonato il numero di partecipazioni di Formigoni a Porta a Porta, solo "una in 5 anni", a quelle del presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, ben "9 in un anno".

"Mi è arrivato questo messaggio", ha esordito Formigoni, riportando le parole della sua fan: "Caro Roberto, lo scorso 31 maggio Bruno Vespa ha giustificato il fatto di averti invitato a "Porta a Porta" una sola volta in 5 anni affermando che nella sua trasmissione privilegia personalità politiche nazionali piuttosto che presidenti di Regione. Ho fatto una ricerca e ho visto che, da quando è presidente di Regione, Roberto Cota è stato invitato 9 volte: 9 volte in un anno Cota, 1 volta in 5 anni Formigoni. Cosa ne pensi? Marina".

E Formigoni ha subito risposto: "Cara Marina, hai ragione tu: 9 volte in un anno a Cota, una volta in 5 anni Formigoni. In realtà, a tutti era suonata come incredibile la giustificazione addotta da Vespa e tu lo hai dimostrato inoppugnabilmente. Ora è Bruno Vespa che deve rispondere. Un mostro sacro della tv com'è lui, un grande maestro, ha il dovere della trasparenza. Spieghi dunque: c'è qualcuno che sceglie per lui o che gli impone dei vincoli? Non sente il direttore della "terza Camera" l'esigenza di garantire un equilibrio tra gli invitati della trasmissione? Ora una risposta è doverosa ed è dovuta non solo a noi, ma a tutti gli abbonati alla Rai tv che pagano il canone per avere trasmissioni equilibrate anche negli inviti e non per assistere silenziosi a esclusioni o a censure del tutto immotivate. Roberto".

La replica di Vespa -
"Ho già spiegato le ragioni che rendono Cota diverso da Formigoni. Se Formigoni non vuole capirle, è un suo problema e mi pare eccessivo legare il pagamento del canone e il rispetto del servizio pubblico al numero di volte in cui viene invitato il presidente della Regione Lombardia": è la controreplica di Bruno Vespa.  "Appena la dimensione nazionale di Formigoni sarà più rilevante dell'attuale - e lui ha tutti i titoli perché questo avvenga in futuro - sarà nostro interesse, prima che suo, averlo tra gli ospiti di Porta a Porta", conclude Vespa.

Leggi tutto