Gli Sgommati, Goodbye Silvienin!

1' di lettura

La satira dello show di Sky UNO prende spunto dai risultati delle elezioni amministrative. Berlusconi crede di essere negli anni ’80 e di aver vinto a Milano con Pillitteri. A Napoli, al G3 delle Mafie, si discute della grana del magistrato sindaco. VIDEO

Amministrative 2011: LO SPECIALE

Pigia Pigia: Milano, Napoli e le "dimensioni" dei Comuni al voto nel nuovo format di Beautiful Lab

Gli Sgommati, vai allo speciale
Guarda l'album con tutte le foto
Gli Sgommati, tutte le canzoni

Le recenti elezioni amministrative sono state fonte d’ispirazione per la satira, soprattutto quella in rete. Anche Gli Sgommati, il programma fatto con i pupazzi di gomma in onda dal lunedì al venerdì alle 21 su Sky UNO e poi disponibile su Sky.it, ha preso spunto dall’attualità politica per far ridere i suoi fan.

Nella puntata 88, ad esempio, ecco Silvio Berlusconi che, dopo i risultati dei ballottaggi, ha “uno shock, una specie di amnesia”. Il premier, spiega Niccolò Ghedini a Ignazio La Russa e Mariastella Gelmini, crede di essere ancora negli anni ’80. Nella sua stanza nella Casa di riposo delle Libertà, visibilmente invecchiato, continua a ripetere che Pillitteri sarà un buon sindaco per Milano e che ha intenzione di comprare un nuovo straniero per il Milan: Marco Van Basten (guarda il video in alto).

Anche a Napoli si discute dell’esito dei ballottaggi. La Camorra convoca Mafia e 'Ndrangheta per il G3 delle Mafie. Al centro del vertice c’è la grana del magistrato sindaco. “Il problema della Camorra è la mania di protagonismo – sentenzia la Mafia –. Da anni si parla solo di voi”. “Bisogna spegnere i riflettori”, concorda la 'Ndrangheta. Come? Evitando la “monnezza”, i film, i libri e facendo uscire il Napoli dalla Champions.

Guarda il G3 delle Mafie

Leggi tutto