Bersani al premier: dimissioni. Ma la verifica slitta

1' di lettura

Dopo i ballottaggi, il Pd chiede che Berlusconi e il suo esecutivo si presentino "dimissionari" al voto sollecitato da Napolitano sui sottosegretari, spostato a fine giugno. Il premier scherza sulla sconfitta: volevo fissare il mio funerale

(in fondo all'articolo tutti i video sulle amministrative)

AMMINISTRATIVE 2011: LO SPECIALE - TUTTE LE FOTO - LA RASSEGNA STAMPA - L'ESITO DEL VOTO

Pigia Pigia: Milano, Napoli e le "dimensioni" dei Comuni al voto nel nuovo format di Beautiful Lab

Approfondimenti: Milano, Beppe Grillo non festeggia: "Ha vinto Pisapippa"Ai ballottaggi il centrosinistra guadagna 130mila voti - Moratti 2.0, spende 4 milioni di euro ma perde anche sul web - Comunali, al centrosinistra le sfide più importanti - Provinciali, finisce 4 a 2 per il centrosinistra - Pisapia e la festa della liberazione arancione La Lega e la sberla dei ballottaggi - La sinistra vince ad Arcore - La rabbia degli elettori Pdl sul web - Festa in piazza Duomo per Pisapia - A Cagliari vince Zedda - Centri sociali contro l'ex vicesindaco di Milano

Cronologia interattiva: la marcia di Pisapia e De Magistris

Le reazioni
: Berlusconi - Cosolini - Prodi - Lettieri - Vendola - Fini - De Magistris - Pisapia - Moratti - Zedda - Tabacci - Salvini - Bersani - Le parole di vincitori e vinti: la gallery

Le feste in foto: Piazza Duomo a Milano - De Magistris scatenato a Napoli - Cagliari, per Zedda

Visto da internet: Fiorello imita Berlusconi - Effetto Pisapia, Milano come Stalingrado - Da Facebook a Youtube è "Miracolo a Milano" - Gli sberleffi su Facebook- Milano, Napoli: entusiasmo su Twitter Gli Sgommati: L’effetto ballottaggi su Berlusconi L’ironico punto di vista della Rete

"In parlamento Berlusconi si presenti dimissionario perché è venuta meno la maggioranza nel paese". E' la richiesta che il segretario del Pd Pier Luigi Bersani rivolge al premier in vista della verifica parlamentare, dopo le sconfitte del centrodestra ai ballottaggi a Napoli,  Milano e Cagliari. Ma Berlusconi non si scoraggia: "Sono sereno, i risultati erano tutti previsti", dice.
Bersani parla però di un "disastro per il paese il fatto che resti sempre avvitato sui problemi di una sola persona. Sento di esigenze prometeiche: ce la fa, non ce la fa? E' ora di dire basta e girare pagina. Berlusconi dica se può ancora tirare la palla avanti o no ma non può tenere l'Italia prigioniera".
Le dichiarazioni di Bersani arrivano nello stesso giorno in cui il Pd ha chiesto in aula alla Camera le dimissioni di Berlusconi e del suo governo, dopo l'esito dei ballottaggi, che ha visto il centrodestra sconfitto anche nelle sfide decisive di Milano e Napoli. La verifica parlamentare sulla maggioranza, richiesta da Napolitano dopo la nomina dei nuovi sottosegretari è "urgentissima", ha detto il capogruppo a Montecitorio, Dario Franceschini, chiedendo che "a quella verifica il governo Berlusconi si presenti dimissionario".
"La nuova maggioranza è stata sconfitta dal voto degli elettori, è minoranza in tutto il Paese", ha detto l'ex segretario Pd: dunque "quella verifica in Aula a questo punto diventa urgentissima e alla conferenza dei capigruppo chiederemo di calendarizzarla già dalla prossima settimana e chiediamo che a quella verifica il governo Berlusconi si presenti dimissionario. Il Paese vuole essere governato, vuole voltare pagina. Berlusconi si dimetta e l'Italia potrà tornare a sperare nel futuro".

Dibattito fissato tra il 20 e il 27 giugno - La Conferenza dei capigruppo di Montecitorio ha fissato però il dibattito sulla verifica di governo nella quarta settimana di giugno, dopo l'esame del dl Sviluppo, tra il 20 e il 27 giugno. Nella stessa settimana, si voterà nei due rami del Parlamento.

Il premier: "Volevo fissare il mio funerale"
- All'indomani della sconfitta elettorale, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sceglie l'ironia per commentare il risultato. Il premier si è mostrato sorridente ai cronisti che lo aspettavano nella hall del suo albergo a Bucarest dove si trova per un vertice bilaterale: "Allora: ho fatto una riunione perché volevo fissare la data del mio funerale, ma  nei prossimi giorni ho troppo impegni e quindi rimandiamo", ha detto accompagnando con una risata l'ultima frase.
A chi gli chiedeva se il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, sarà il coordinatore unico del Pdl, ipotesi avanzata lunedì dallo stesso premier, Berlusconi ha risposto: "Vediamo, abbiamo il comitato di presidenza presto". Previsto per la serata di martedì, il comitato è stato rimandato.

Maroni: "Speriamo che sberla faccia rinsavire" - Intanto, sul risultato elettorale, torna a esprimersi anche il ministro dell'Interno Roberto Maroni. "Il segnale c'è stato ed è stato forte, non deve essere sottovalutato e io non lo faccio. Adesso cerchiamo di capire se questa maggioranza ha la capacità di reagire o resta inerte, che sarebbe la cosa peggiore" ha detto Maroni, a margine di un'audizione. "Mia nonna diceva che le sberle fanno male ma alla lunga fanno rinsavire, fanno imparare la lezione. Per adesso - ha aggiunto - resta solo il dolore dello sberlone e spero che nei prossimi giorni, non nelle prossime settimane, ciò ci faccia non solo capire perché è andata così, ma anche prendere delle adeguate contromisure".

Leggi tutto