Comunali, il centrosinistra vince le sfide più importanti

Luigi De Magistris, neo primo cittadino di Napoli, e Giuliano Pisapia, nuovo sindaco di Milano
1' di lettura

Milano, Napoli, Trieste e Cagliari in mano a sindaci del Pd, di Sel e dell’Idv. La Lega resiste a Varese ma perde Novara, il feudo di Roberto Cota. Mentre a Cosenza vince un candidato dell’Udc. E il Pdl rimane con le mani quasi vuote

Amministrative 2011: LO SPECIALE

Approfondimenti: Affluenza in calo - Baruffi: "Pronti per la festa" - La Padania: "Il grande sconfitto è il premier" - A Cagliari vince Zedda - La rabbia degli elettori Pdl sul web - Festa in piazza Duomo per Pisapia - Entusiasmo su twitter

Le reazioni:De Magistris - Pisapia - Moratti - Salvini - Bersani - Vendola

FOTO: Formigoni, l'elettore ultrapop - I candidati al seggio - Intention Poll - Libero: "E ora godetevi il comunismo"- Festa in piazza Duomo a Milano - Il trionfo di De Magistris

(in fondo all'articolo tutti i video sulle amministrative)

I candidati di centrosinistra hanno vinto i più importanti ballottaggi per l'elezione a sindaco, in una tornata elettorale a cui lo stesso premier Silvio Berlusconi aveva attribuito nelle scorse settimane un carattere politico nazionale. Mentre il centrodestra, con Pdl e Lega che registrano una debacle, vince solo a Varese e a Cosenza. In totale alle amministrative 2011 il centrosinistra ottiene 22 Comuni capoluogo di provincia su 30.

A Milano, dove l'affluenza degli elettori non è calata al contrario del resto d'Italia, Giuliano Pisapia, già vincitore del primo turno con oltre il 48%, è arrivato stavolta al 55,1% mentre Letizia Moratti, sindaco uscente, ha perso col 44,89%. A Napoli Luigi De Magistris, candidato dell'Idv e della Federazione della sinistra, che al primo turno aveva superato a sorpresa l'uomo del Pd strappandogli l'accesso al ballottaggio, è il nuovo sindaco con il 65,37% dei voti. Gianni Lettieri, candidato del Pdl che aveva vinto al voto del 15-16 maggio, si è fermato invece al 34,61%, quando al primo turno aveva ottenuto il 38,52%. A punirlo sembra essere stata anche l'affluenza in calo: al ballottaggio ha votato poco più del 50% dei napoletani, contro il 60% circa del primo turno.

A Trieste, città dove il centrodestra si era diviso tra Pdl e Lega Nord, favorendo al primo turno il centrosinistra, e dove l'estrema destra aveva avuto un forte risultato, Roberto Cosolini (Pd) è sindaco col 57,51%. Roberto Antonioni, del Pdl, ex sottosegretario del governo Berlusconi, si è fermato al 42,49%.

A Cagliari ha vinto il candidato del centrosinistra Massimo Zedda, che seppur di poco era arrivato in testa al ballottaggio. Zedda, un giovane che aveva vinto a sorpresa le primarie contro il candidato del Pd, ha raccolto il 59,43% dei voti, rispetto al 40,57% di Massimo Fantola.

A Varese, invece, i risultati definitivi assegnano la vittoria al centrodestra, con il 53,89% andato a Attilio Fontana, sindaco uscente. Ma a Gallarate, grosso Comune del varesotto dove centrodestra e Lega Nord si erano divisi e al primo turno aveva vinto il centrosinistra, primo cittadino sarà Edoardo Guenzani del Pd, che ha vinto col 54,89% dei voti. Massimo Bossi del Pdl, primo al voto del 15-16 maggio, ha preso il 45,10%.

Ad Arcore, nota per essere la residenza del premier Berlusconi, il centrosinistra ha vinto col 56,6% di Piera Rosalba Colombo, mentre al centrodestra di Enrico Perego è andato il 44,4%.

Anche a Novara vince il centrosinistra col 52,91% di Andrea Ballarè contro Mauro Franzinelli, del centrodestra, fermo al 47,1%. È una sconfitta indiretta per il presidente leghista della Regione, Roberto Cota, che qui è nato e ha costruito la sua fortuna politica.

A Rovigo invece vince il candidato del centrodestra Bruno Piva, con il 51,02% dei voti. Federico Frigato, del centrosinistra, è arrivato al 48,94%.

A Rimini invece ha vinto Andrea Gnassi, del centrosinistra, col 53,46%, contro il 46,53% di Gioenzo Renzi.

A Grosseto, Emilio Bonifazi (Pd) ha vinto con più del 57%, contro l'oltre 42% di Mario Lolini (Pdl).

Domenica 29 e lunedì 30 maggio si votava anche in Calabria. A Cosenza ha vinto col 53,31% il candidato del centrodestra e dell'Udc Mario Occhiuto, mentre Enzo Paolini, del centrosinistra, ha perso col 46,68%.

A Crotone ha vinto Peppino Vallone, del centrosinistra, che ha raccolto il 59,41. Ferma al 40,58% Dorina Bianchi, ex parlamentare Pd poi passata all'Udc, sostenuta dal centrodestra.

Leggi tutto