Gigi D'Alessio, perché non ho cantato per la Moratti

1' di lettura

Raggiunto al telefono da Red Ronnie mentre riparte per Napoli il cantautore spiega: "Pensavo fosse una festa. Ma basta andare su Facebook per leggere le minacce. Io faccio musica, non faccio politica". ASCOLTA LA TELEFONATA

AMMINISTRATIVE 2011
LE FOTO DEL CONCERTO
La Moratti canta, D’Alessio no, la piazza fischia

IL FOCUS:
su Milano - su Napoli
Ballottaggi, attenti alle bufale: ecco come si vota
Pigia-Pigia: Milano, così si è sgonfiato il Pdl
Pisapia-Moratti: il sorpasso in un video di 8 minuti

"Pensavo di partecipare ad una festa e invece era una guerra e quindi ho ritenuto opportuno non venire". Con queste parole Gigi D'Alessio spiega il suo improvviso forfait al concerto di chiusura della campagna elettorale di Letizia Moratti, giovedì 26 (GUARDA LE FOTO DELLA SERATA).
"Sono stato invitato dal presidente Berlusconi, mi è dispiaciuto tantissimo non poter cantare. Basta andare su Facebook per leggere le minacce. Ma io faccio musica, non faccio politica".

Le spiegazioni dell'artista napoletano sono arrivate al telefono con Red Ronnie, consulente di Letizia Moratti, che ha pubblicato la conversazione su YouTube.

Ascolta la telefonata dal canale YouTube di Letizia Moratti



Gigi D'Alessio, ancora una volta al telefono con Red Ronnie, ha spiegato anche al pubblico di piazza Duomo le ragioni del suo rifiuto. Il video testimonia la delusione del pubblico, che al grido di "vogliamo Gigi", sembra essere poco interessato ad ascoltare la telefonata.

Leggi tutto