Milano, tensione alle stelle. E il Pdl pensa a una sanatoria

Il sindaco uscente Letizia Moratti (Fotogramma)
1' di lettura

Clima incandescente a pochi giorni dal ballottaggio. Bossi annuncia: "Porteremo qui due ministeri". Alemanno: "Balle". Lo staff della Moratti intanto denuncia un’aggressione alla mamma dell’assessore Rizzi. Ma Pisapia rinfaccia: "Aggrediti anche i miei"

AMMINISTRATIVE 2011

IL FOCUS:
su Milano - su Napoli
Pigia-Pigia: Milano, così si è sgonfiato il Pdl
Pisapia-Moratti: il sorpasso in un video di 8 minuti
Silvio Berlusconi in tutti i telegiornali: le immagini


(In fondo all'articolo tutti i video sulle amministrative)

A pochi giorni dal ballottaggio a Milano il clima si fa sempre più incandescente. Da un lato continuano le dichiarazioni a ruota degli esponenti di centrodestra che tifano per la rimonta di Letizia Moratti (staccata al primo turno di 6,5 punti percentuali dall’avversario Giuliano Pisapia). D’altro si cerca di proseguire la campagna elettorale per le strade, tra la gente, esponendo idee e programmi. Ma, nel giorno in cui il candidato sindaco di centrosinistra rivela di aver sventato un furto d’auto (ironia della sorte, proprio sul furto di un’auto si era basata l’accusa, poi rivelatasi falsa, della Moratti durante il faccia a faccia su SkyTG24), il centrodestra si scaglia contro i suoi sostenitori. “Hanno aggredito un nostro militante”, denuncia il vicesindaco De Corato.

In ospedale la madre dell’assessore Rizzi – De Corato si riferisce all’aggressione alla madre dell’assessore Alan Rizzi subita nella giornata di sabato 21 maggio. "Mentre Letizia Moratti si è recata al mercato di via Osoppo per parlare con i cittadini, una decina di militanti che sostengono Pisapia impedivano il colloquio con insulti e inseguendo il sindaco muniti di fischietti e cartelli. La madre dell'assessore Alan Rizzi è stata aggredita da uno di loro e ha dovuto ricorrere a cure mediche presso il Pronto soccorso”. In un primo momento il comando della polizia locale spiega: “Non c’è stata nessuna aggressione, solo un diverbio”. Poco dopo il comandante Tullio Mastrangelo precisa: "La signora, che ha una certa età è stata aggredita a spintoni da un signore di 56 anni che è stato identificato. Ora la madre dell'assessore è all'ospedale San Carlo e sta facendo una serie di controlli, compresa una Tac. Con i referti in mano, decideremo sulla base della prognosi se procedere noi alla denuncia o se potrà farlo la signora".

Pisapia: "Aggrediti i miei sostenitori" - Sul tema è intervenuto il candidato di centrosinistra Pisapia, che ha rivolto gli auguri alla signora Rizzo ma poi ha aggiunto: "A me risultano due aggressioni: una in via Osoppo e una in centro da parte di militanti del centrodestra nei confronti dei miei sostenitori. La differenza è che noi abbiamo fatto i nomi. Nomi e cognomi sono stati fatti nelle denunce che gli aggrediti hanno presentato".
"Ho sempre cercato di tenere i toni bassi - ha aggiunto Pisapia - Auspico che tutti vogliano seguire questo esempio perché l'ultima settimana di campagna elettorale possa svolgersi in un clima sereno".
In risposta sono arrivate le parole del sindaco Letizia Moratti che insieme ad alcuni esponenti della sua coalizione si è recata in ospedale per trovare la donna che trascorrerà la notte tra sabato e domenica ricoverata: "Non mi sembra che ci sia un clima tranquillo, c'è stata un'aggressione, è un clima brutto: mi auguro che alle parole di Pisapia seguano con coerenza i comportamenti".

Gli annunci di Berlusconi e Bossi e l’ipotesi maxi-sanatoria – Intanto nella giornata di sabato non sono mancate le spinte dei politici di centrodestra per la campagna di Milano. Su tutte la proposta del ministro delle Riforme Umberto Bossi: “Porteremo due ministeri a Milano”, ha detto intervenendo da Varese. E sulla sua scia è arrivata anche la mezza conferma del premier Berlusconi secondo il quale il governo starebbe pensando a qualche decentramento. Polemico invece il sindaco di Roma Gianni Alemanno che dichiara: “Balle”.
Ma nella giornata di sabato spunta anche l’ipotesi maxi-sanatoria sulle contravvenzioni. Potrebbe essere questa la “sorpresa” per i milanesi a cui alludeva il ministro Calderoli qualche giorno fa. E il Pd insorge: “Se fosse vera questa notizia ci troveremmo di fronte ad una vera e propria offesa al civismo dei milanesi” dice Maurizio Migliavacca, coordinatore della segreteria nazionale del Pd. "A memoria – dice Migliavacca - non ci viene in mente nessun uomo di Stato o di governo di un grande paese fare in campagna elettorale proposte che vanno contro il senso civico dei propri cittadini. In questi giorni, invece, - continua - stiamo passando dalla promessa di un decreto anti-ruspe a Napoli per sanare l`abusivismo edilizio; all`ipotesi fatta ventilare già ieri dal presidente del Consiglio della Regione Lombardia, Davide Boni, di una maxi-sanatoria sulle multe."

Polemiche dopo l’offensiva in tv del premier – Non si placano nel frattempo le polemiche dopo le cinque interviste rilasciate da Berlusconi venerdì 20 maggio ai tg nazionali. Il presidente della Rai, Paolo Garimberti, l’ha definito “un comizio” e ha chiesto alla sua azienda un riequilibrio, dando spazio anche agli avversari. Ma il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, che aveva già criticato la sovraesposizione mediatica del premier, non ci sta:  "Vorrei evitare che adesso si potesse pensare di rimediare all'incredibile videomessaggio di Berlusconi lasciato passare ieri a reti unificate mandando qualche immagine, qualche parola mia o di altri dirigenti nazionali dei partiti di opposizione. Ciò che è accaduto ieri costituisce una vergogna insanabile".

Guarda anche:
LE GALLERY: I festeggiamenti  di Pisapia - di De Magistris - di Fassino - di Merola - La delusione di  Letizia Moratti - Le prime proiezioniI tweet dei candidati - La stampa italiana - La stampa estera - Ballottaggi: vincitori e vinti - l'Album -

Tutti i video sulle elezioni amministrative:

Leggi tutto