Milano, Letizia Moratti fischiata al presidio dei disabili

Nella foto un momento della contestazione al sindaco Letizia Moratti
1' di lettura

Il sindaco uscente viene contestato dalla piazza che ha applaudito Pisapia. Poi, abolisce l'Ecopass per i milanesi e al candidato di centrosinistra dice: "Pronta a chiedere scusa in confronto diretto". VIDEO

AMMINISTRATIVE 2011 - TUTTE LE FOTO
Milano, così si è sgonfiato il Pdl
Napoli, così si è sgonfiato il Pd

Pisapia-Moratti: la cronaca del sorpasso in un video di 8 minuti

La prima giornata di Letizia Moratti per la campagna di ballottaggio a Milano (guarda i nuovi manifesti) inizia tra i fischi e la contestazione (FOTO) di centinaia di disabili e finisce con lei all'attacco: si dice pronta a chiedere scusa allo sfidante Giuliano Pisapia per inchiodarlo a un nuovo confronto pubblico (GUARDA IL FACCIA A FACCIA SU SKY) e intanto abolisce l'Ecopass solo per i milanesi.
Immediata la risposta del candidato di centrosinistra, che afferma: "Di solito chi chiede scusa, ancorché dopo otto giorni e una sconfitta elettorale, non pone condizioni se pensa sinceramente di aver sbagliato". E aggiunge: "Ora il nostro confronto avverrà nelle urne domenica 29 e lunedì 30 maggio".

Dopo un debutto sotto una cattiva stella tra le contestazioni di una piazza, quella delle organizzazioni a difesa dei diversamente abili che poco prima avevano acclamato il suo avversario, Letizia Moratti con due colpi di teatro torna protagonista della scena. "Pisapia scappa quando si parla di cose concrete - ha attaccato il sindaco - io sono pronta a chiedere scusa nel momento in cui c'è un confronto diretto sui programmi, perché sui programmi i cittadini milanesi hanno il diritto di avere risposte precise, chiare e concrete". (IL VIDEO)
A una settimana esatta dal duello tv in cui aveva attaccato Pisapia sul piano personale, rimediando anche una querela, il sindaco gli ha chiesto un nuovo confronto proprio quando il suo sfidante aveva annunciato di non voler partecipare a nuovi talk show televisivi. E intanto, nelle vesti di sindaco ancora in carica, ha infilato in serata una nuova mossa: abolire il ticket antismog per i milanesi, lasciandolo in vigore solo per i non residenti e nel frattempo accusando lo sfidante di voler invece inasprire il pedaggio.
"La fase di sperimentazione di Ecopass è terminata - ha annunciato Letizia Moratti -. I risultati sono stati raggiunti, grazie anche al potenziamento del servizio di trasporto pubblico, il bike sharing, il bus di quartiere, il car sharing: l'inquinamento, il traffico e gli incidenti sono diminuiti. Per tutti questi motivi e per l'attuale congiuntura economica intendiamo rendere gratuito Ecopass per i cittadini milanesi che non pagheranno più l'ingresso nella Cerchia dei Bastioni".

La cura del nuovo spin doctor Paolo Glisenti ha già iniziato a dare i suoi effetti e c'è qualcuno nelle stanze della politica che legge come una scelta studiata a tavolino anche quella di prestarsi ai fischi di piazza: far passare la Moratti come vittima, per ribaltare l'immagine che si era costruita dopo l'aggressivo duello televisivo a pochi giorni dalle elezioni.
"La Moratti deve fare tesoro di questi fischi - ha infatti commentato il ministro della Difesa Ignazio La Russa - per dimostrare che l'intolleranza, l'aggressione preventiva all'avversario, rimane costume della sinistra".
Tutta la tattica comunicativa del Pdl in questi cruciali giorni di campagna sarà del resto giocata a capovolgere i toni forti del primo turno per accreditare il centrodestra come forza moderata e paventare i pericoli di una città in mano a Pisapia. Mentre il premier Silvio Berlusconi sta studiando con Umberto Bossi i modi di un possibile intervento pubblico a sostegno di Letizia Moratti, il partito ha già lanciato la controffensiva tappezzando le strade con i nuovi manifesti: "Forza Milano! Non lasciamo la nostra città in mano alla sinistra". Non è un caso che dallo slogan sia stata tolta la formula "sinistra dei centri sociali", a riprova della svolta in senso più moderato della nuova campagna. (guarda le foto)

Guarda anche:

LE STORIE: Milano, Berlusconi dixit: primo turno o sarà il mio funerale - Gallarate, la Lega corre da sola. E perde - Latina, il flop fasciocomunista - Cacciari-Gelmini: scontro in diretta - Matteoli perde il "feudo" Orbetello - Arcore: il centrosinistra sfonda in casa del premier

IL FOCUS: su Milano - su Napoli - su Bologna - su Torino - su Cagliari - su Salerno - I grillini alla conquista del Nord - Comunali smacco per la Lega - IL VOTO VISTO DAL WEB

LE DICHIARAZIONI: - Pisapia - Moratti - Lettieri - Fassino Bersani - Di Pietro - Casini - Montezemolo - Formigoni - Santanchè - Capezzone - Verdini - Enrico Letta - De Magistris - Podestà - Castelli e Calderoli

LE GALLERY:
I festeggiamenti  di Pisapia - di De Magistris - di Fassino - di Merola - La delusione di  Letizia Moratti - Le prime proiezioniI tweet dei candidati - La stampa italiana - La stampa estera - Ballottaggi: vincitori e vinti - Ballottaggio a Milano: i nuovi manifesti per la Moratti l'Album -

LE FRASI PIU' IRONICHE APPARSE SU TWITTER: su Pisapia - sulla Santanchè

Leggi tutto