Milano, Bersani: "La Moratti si è sparata sui piedi"

1' di lettura

Il segretario del Pd, in galleria Vittorio Emanuele, abbraccia Pisapia, attaccato in tv dal sindaco per una vecchia e archiviata accusa di furto, e dice: "Una debolezza che somiglia quasi a una disperazione". FOTO E VIDEO

Guarda anche:
Moratti-Pisapia, IL FACCIA A FACCIA INTEGRALE
RASSEGNA STAMPA - il commento dei quotidiani
L'accusa, l'assoluzione: LA VICENDA LEGALE DI PISAPIA
Candidati contro: LE FOTO DELLO SCONTRO
Palmeri, candidato sindaco del Terzo Polo. L'INTERVISTA

REAZIONI: Vittorio Feltri - Il centrodestra e il web - La retromarcia della Moratti

FORUM: Commenta il faccia a faccia

"Una debolezza che somiglia quasi a una disperazione". Così il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, commenta la sortita della Moratti, che durante il confronto di SkyTG24, ha accusato Giuliano Pisapia di essere stato giudicato responsabile di furto. Accusa a cui Pisapia ha reagito, annunciando querela, smentendo il fatto e pubblicando l'estratto della sentenza di assoluzione.
"Tutti pensano che il Paese non può rimettersi in movimento - e non dico sul piano politico, dico anche sul paino della riscossa civico - senza che da Milano non parta un segnale. Milano è percepita come capitale di questo Paese, poi l'han ridotta come l'han ridotta".

Poco prima, il segretario Pd aveva detto che la Moratti "alla disperata, ha estratto la pistola e si è sparata sui piedi e pagherà questa arroganza". Di errore netto aveva parlato anche il direttore editoriale di Libero Vittorio Feltri, mentre il Pdl critica la querela annunciata da Pisapia nei confronti della sua avversaria.

Il servizio di SkyTG24:




Leggi tutto