Letizia Moratti: "Su Pisapia solo una valutazione politica"

Un momento del faccia a faccia negli studi Sky tra Letizia Moratti e Giuliano Pisapia
1' di lettura

Dopo l’accusa lanciata nel corso del faccia a faccia su SkyTG24 il sindaco di Milano torna sui suoi passi: "Volevo mettere in evidenza come lui abbia una storia diversa dalla mia. Non entro nel merito del giudizio, ho solo citato una sentenza". VIDEO

Guarda anche:
Moratti-Pisapia, IL FACCIA A FACCIA INTEGRALE
RASSEGNA STAMPA - il commento dei quotidiani
L'accusa, l'assoluzione: LA VICENDA LEGALE DI PISAPIA
Candidati contro: LE FOTO DELLO SCONTRO
Palmeri, candidato sindaco del Terzo Polo. L'INTERVISTA

REAZIONI: Pier Luigi Bersani - Vittorio Feltri - Il centrodestra e il web - La retromarcia della Moratti

FORUM: Commenta il faccia a faccia

(in fondo all'articolo tutti i video sul faccia a faccia)

"La mia è stata una valutazione politica che voleva mettere in evidenza come Pisapia abbia una storia diversa dalla mia". Questa la versione dei fatti offerta dal sindaco di Milano, Letizia Moratti, dell'attacco a Giuliano Pisapia nel corso del faccia a faccia negli studi di Sky. Il primo cittadino uscente ha infatti sostenuto che Pisapia era stato giudicato responsabile di un reato; un'accusa respinta al mittente dal diretto interessato che ha annunciato querela e ha pubblicato sul suo sito l'estratto della sentenza  (LEGGILA).
"Il contesto politico in cui si muoveva Pisapia in quegli anni – ha detto la Moratti - era quello attestato dall'autorità giudiziaria di primo grado. Sul piano politico io ho inteso dire che la storia di Pisapia non è la storia di una persona moderata. Non entro nel merito del giudizio, ho solo citato una sentenza di primo grado per dare una valutazione politica".
A chi le ha domandato poi se non ritiene una bassezza l'aver riportato una vecchia vicenda, il primo cittadino ha risposto: "E' una bassezza anche dire che sono affiliata a poteri forti, soprattutto se poi non si dice a quali poteri".
Sulla polemica è intervenuto a SkyTG24 anche il direttore editoriale di Libero Vittorio Feltri, secondo cui la "Moratti ha sbagliato nettamente".
A stroncare l’attacco del sindaco di Milano ci pensa anche l’alleato Umberto Bossi, che dice: "Io non l'avrei fatto, tanto non ci fa guadagnare voti: è illusorio, la gente vota secondo le idee che si è già fatta".

Vendola: "La Moratti è un pezzo dell'Italia peggiore" - "Pisapia è un pezzo dell'Italia migliore, la Moratti un pezzo dell'Italia peggiore". E' netto il giudizio di Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà. "Nella vita pubblica - sostiene il leader di Sel - una persona corretta può anche sbagliare, commettere degli errori, ma è importante ammetterli e chiedere scusa. Le parole miserabili che ha detto invece Letizia Moratti per giustificare il proprio atto di killeraggio sono parole che dicono della qualità reale di questa signora".
"Moratti è la mamma di Batman, che tende a presentarsi come Mary Poppins ma che oggi si è mostrata più a simile a Crudelia Demon, ma le è andata male. Evidentemente - insiste Vendola - c'è nervosismo, c'è la paura di perdere la capitale del berlusconismo".
Il centrodestra è nervoso, "si è visto in queste ore nell'azione scientifica messa in atto tra Letizia Moratti e, che, purtroppo per lei, le si è ribaltata contro, perché era una notizia infondata quella che lei ha tentato di dare al pubblico nei confronti di Pisapia. Giuliano  - conclude Vendola - è una delle persone più apprezzate universalmente da chiunque l'abbia conosciuto, di qualunque schieramento politico. Ed ha il dono di portare nella politica di oggi una virtù molto rara: la mitezza".

Guarda tutti i video del faccia a faccia Moratti-Pisapia:

Leggi tutto