Reggio Calabria, la sfida è vincere la ‘ndrangheta

1' di lettura

I principali candidati alla presidenza della provincia parlano a SkyTG24 dell’importanza di rompere il legame tra l’organizzazione criminale e la politica. Probabile il ballottaggio tra Morabito (centrosinistra) e Raffa (centrodestra)

Guarda anche:
Amministrative 2011:LO SPECIALE L'ALBUM FOTOGRAFICO
Forum: cosa vorresti chiedere ai candidati?

(in fondo all'articolo tutti i video sulle elezioni amministrative)

Sarà una sfida a due, quella per la presidenza della Provincia di Reggio Calabria, tra l'uscente Giuseppe Morabito, del centrosinistra, e il candidato del centrodestra Giuseppe Raffa, attuale sindaco della città capoluogo. Ma potrebbe riservare delle sorprese l’outsider Pietro Fuda, anche lui sostenuto da una coalizione di centrosinistra.

Tra i temi centrali della campagna elettorale calabrese, oltre all’area metropolitana intorno allo Stretto, la lotta alla ‘ndrangheta. O, meglio, battaglia per cercare di rompere il rapporto tra l’associazione mafiosa e la politica. “La ‘ndrangheta è una cappa per la crescita e lo sviluppo del territorio. Le istituzioni devono creare un clima di fiducia che negli anni è andato via via a diminuire” afferma a SkyTG24 il presidente uscente Giuseppe Morabito (centrosinistra). Gli fa eco il candidato del centrodestra Giuseppe Raffa: “Si tratta di impostare una rivoluzione culturale vera, forte, che parta dal territorio. Non bisogna accettare nel modo più assoluto un compromesso con la ‘ndrangheta. E bisogna evitare di farsi votare da questi mafiosi. E’ un percorso difficile, non sempre infatti si conoscono le persone”.

Per Pietro Fuda la lotta alla ‘ndrangheta deve partire dal lavoro. “Più diamo lavoro più disarmiamo l’esercito della malavita organizzata. La mafia è una malattia che in percentuali diverse si trova in tutte le forze politiche. Poi si colloca dalla parte di chi vince. E sta proprio al vincitore, al futuro governatore, trovare la forza di cominciare a mettere gli anticorpi”. La vera scommessa sarà l’area metropolitana intorno allo Stretto.

In tutto per la carica di presidente della provincia sono in lizza sette candidati. Oltre ai tre già citati ci sono: Giovanni Nucera (Idv e Sel), Patrizia Pelle (Fli), Domenico Antonio detto Mimmo Greco (Lega calabra federalista) e Demetrio Cutrupi (Partito comunista dei lavoratori).

Tutti i video sulle amministrative

Leggi tutto