Letizia "Lafalsa" Moratti, una drag queen per Pisapia

Maurizio Guagnetti e Letizia "Lafalsa" Moratti nell'intervista doppia su YouTube
1' di lettura

Fascia tricolore, collana di perle e look impeccabile. È la parodia del sindaco di Milano scesa in campo per sostenere Maurizio Guagnetti, candidato di Sel, che ha anche creato un gioco su Facebook per moltiplicare i manifesti pro-Pisapia. VIDEO E FOTO

Guarda anche:
Lo speciale Amministrative 2011 di Sky.it
Bologna, ecco il Gorilla che vuole diventare sindaco
FORUM: Cosa domanderesti al tuo candidato sindaco?

I manifesti alternativi inventati per Pisapia su Facebook

di Daniele Troilo

Si aggira da qualche giorno per le strade di Milano indossando una fascia tricolore, una vistosa collana in perle e un’acconciatura che più perfetta non si può (merito del barattolo di lacca da cui non si separa mai). Se qualcuno la chiama Letizia, lei si volta e spalanca un sorriso a 36 denti.
Tranquilli, non è il sindaco.
Si fa chiamare Letizia “Lafalsa” Moratti (guarda il video in fondo all'articolo) e fa campagna elettorale per Maurizio Guagnetti, candidato indipendente al consiglio comunale di Milano con Sel. “C’è però chi la scambia davvero per il sindaco e durante la manifestazione MayDay, qualche giorno, fa abbiamo dovuto proteggerla da un tizio che voleva rifilarle un calcio”, spiega Guagnetti.

Lui – Guagnetti – ha 32 anni, fa il giornalista e, come racconta sul suo sito ufficiale, vuole portare in Consiglio “la voce dei milanesi che per anni ho raccolto con il mio microfono”. Per farlo però ha deciso di ricorrere a mezzi poco convenzionali. “Credo di essere uno dei pochi a non aver fatto un manifesto – racconta a Sky.it – All’inizio della campagna elettorale ci siamo resi conto quasi subito che per noi non c’era molto spazio, anche per ragioni economiche, sui media tradizionali. Per questo, insieme a Studio28, abbiamo cercato di comunicare in modo diverso e di sfruttare al meglio le potenzialità di Internet”.

Oltre ad aver tirato fuori la parodia del sindaco uscente, Letizia Moratti, il team di Guagnetti ha anche inventato un’applicazione su Facebook per moltiplicare i manifesti di Giuliano Pisapia, che il 15 e 16 maggio, appoggiato anche da Sel, sfiderà l’attuale sindaco (mica “Lafalsa” Moratti…).
“L’idea ci è venuta proprio osservando i suoi primi manifesti, lei che sorride con il caschetto, lei con gli anziani, lei tra i rifiuti… Ci siamo detti: Pisapia non può contare sui milioni di euro della Moratti. Con questa pagina però sarà possibile contribuire a crearne di altri e diffonderli sul web”.
Ovviamente l’ironia è di casa, quindi guai a creare manifesti sobri. Quelli che vanno per la maggiore sono “Ghisa-Pia”, “Pisa-Gay” e “Pia-Pisa” (GUARDA LE FOTO). “In un primo momento volevamo coprire i faccioni della Moratti sui manifesti con la maschera di Batman (riferimento a Gabriele, figlio del primo cittadino, finito nei guai per un loft arredato con lo stile del supereroe dei fumetti, ndr) – spiega sempre Guagnetti – ma poi abbiamo temuto di creare l’effetto opposto, quindi abbiamo pensato: l’operazione simpatia la facciamo in casa e sul nostro candidato”.

Ovviamente la star della campagna elettorale del candidato di Sel è e resta “Lafalsa” Moratti: “Il merito è di Lorenzo Piccolo, un attore che lavora in una compagnia dove recitano molte drag queen che ha tirato fuori questo bellissimo personaggio”. Oltre a diverse apparizioni nei locali e per le vie di Milano, “LaFalsa” Moratti ha anche preso parte a un’intervista doppia con lo stesso Guagnetti. Un video surreale dove la drag queen estremizza con una disinvoltura disarmante alcuni dei punti del programma della vera Moratti.

Guarda il video:

Leggi tutto