Puglia, l’aspirante sindaco copia il programma dal Trentino

1' di lettura

Emanuele Cassano, candidato nelle file del Pd a Palo del Colle, nel barese, propone ai suoi elettori lo stesso piano che ha ispirato nel 2005 la campagna elettorale del primo cittadino di Pergine. Che dice: “L’ho sentito al telefono e ho detto ok”

Guarda anche:
Vai allo speciale Amministrative 2001 di Sky.it
L'album fotografico delle Amministrative 2011

In Germania c’è chi si dimette per aver copiato una tesi di laurea, da noi si copiano tranquillamente i programmi elettorali. L’ultimo caso (dopo le accuse a Lettieri di aver copiato il programma di Renzi), è quello di un aspirante sindaco della Puglia, Emanuele Cassano del Pd, che si candida nel comune barese di Palo del Colle, a 17 km da Bari. Cassano avrebbe “rubato” il programma politico-amministrativo presentato nel 2005 da Renzo Anderle, sindaco uscente di Pergine, nel trentino, rieletto proprio in quell'anno quando si presentò con la Lista civica della Margherita. La notizia è riportata dalla Gazzetta del Mezzogiorno.
Il programma - si legge nel testo dell'articolo - è ricopiato parola per parola, "facendo solo attenzione a non proporre il 'nuovo polo sanitario-riabilitativo che a Palo, ovviamente, non c'è”'. Per il resto, "tutto uguale, da turismo, (al quale sono stati tolti accortamente i riferimenti ai rifugi e alle piste da sci, ma soltanto quelli) alla viabilità, dove i problemi del traffico del centro abitato e le piste ciclabili appaiono identici".

Le reazioni? Per ora a parlare è stato proprio il sindaco di Pergine, che giustifica l’aspirante collega pugliese: “Nessuno scandalo, Emanuele Cassano ha la mia autorizzazione. A me fa solo piacere che le cose ben fatte possano essere ulteriormente veicolate e utilizzate in altre aree. Chissà che anche questo non serva a rendere l'Italia ancora più unita".

"Ho sentito Cassano per telefono - aggiunge - e non ho avuto alcuna difficoltà nel dare il mio assenso all'operazione". Circa le forbiciate al programma, Anderle le commenta con un sorriso. "Ovviamente era difficile poter pensare di inserire il passaggio sulle piste da sci in un programma elettorale in Puglia - conclude -, ma per il resto non posso che esprimere il mio compiacimento per questa iniziativa".
Una battuta anche da Giorgio Lunelli della segretaria politica dell'Upt. "Molti ci sollecitano a diventare laboratorio nazionale dal punto vista politico - chiarisce -, mi fa piacere perche lo stiamo diventando anche dal punto di vista programmatico persino per i Comuni".

Leggi tutto