Bersani: "Il governo distrugge le energie rinnovabili"

1' di lettura

"L'esecutivo - dice il segretario del Pd nel question time alla Camera - per paura del referendum scappa via dall'impresentabile piano sul nucleare, mentre ha bloccato tutto sul fronte degli incentivi all'energia pulita". VIDEO

Guarda anche:
Nucleare: anche dal Senato stop alle centrali
Stop al nucleare, esplode la polemica
Nucleare, domande e risposte
Avanti tutta, anzi no: il governo e il nucleare

(in fondo all'articolo tutti i video sui referendum di giugno)

Pier Luigi Bersani ha duramente criticato il decreto del governo in materia di energie rinnovabili. "Sono qui a denunciare un fatto gravissimo", ha detto il segretario del Pd intervenendo alla Camera per il question time. "Mentre il governo per paura del referendum scappa via dalle sue stesse decisioni sull'impossibile, improbabile, impresentabile piano nucleare, contemporaneamente strema, distrugge, annichilisce il settore delle fonti rinnovabili", ha spiegato.

"Tutti sanno che il sistema degli incentivi per le rinnovabili andrebbe via via sagomato, ridotto, bilanciato, che gli andrebbe fatta la manutenzione", ha ammesso, "ma il governo ha dormito per tre anni poi si è svegliato e ha bloccato tutto. Oltre centomila posti di lavoro, quasi tutti di giovani, sono a rischio".
Anche il Senato ha votato lo stop alla realizzazione delle centrali nucleari, dopo l'annuncio del governo martedì 19 aprile.

Leggi tutto