Immigrati, Alemanno: situazione gestita malissimo

1' di lettura

Il giorno dopo il trasferimento di un centinaio di tunisini nella capitale, arriva lo sfogo del sindaco. "Né io, né la presidente della regione Lazio, siamo stati avvertiti"

Guarda anche:
Lo speciale Mediterraneo di Sky.it
L'album fotografico: tutti gli scatti sull'emergenza
I MIGRANTI IN SALVO: LE FOTO
Pesanti bombardamenti su Misurata

(in fondo tutti i video sull'emergenza sbarchi)

All'indomani dell'arrivo a Roma, in zona Grottarossa, di un centinaio di tunisini che ha provocato proteste da parte dei cittadini, sabato 16 aprile il sindaco della capitale, Gianni Alemanno, è tornato a parlare di una vicenda "gestita malissimo", sottolineando che "quando c'è un arrivo di profughi si crea sempre un momento di sbandamento nella
popolazione. Se le cose si gestiscono in maniera così confusa si rischia di generare reazioni scomposte".
Il primo cittadino ha ribadito che "le istituzioni non sono state avvertite, né io né la presidente della Regione Lazio. Mi sono molto adirato per questo modo di procedere, anche perché la situazione di Roma è già ben oltre i limiti in termini di accoglienza e ci deve essere l'impegno, da parte della protezione civile nazionale e del governo, a sistemare i tunisini in luoghi diversi dall'area metropolitana di Roma, mentre diverso è il discorso per la regione".
Non è ancora stato possibile capire chi ha dato il via all'intervento di trasferimento dei profughi tunisini nella capitale, "stiamo ancora individuando i responsabili diretti - ha concluso Alemanno - e nel pomeriggio sentirò il capo della protezione civile".

Leggi tutto