Bagarre in Aula, insulti alla deputata disabile

1' di lettura

"Handicappata...." questo l'urlo partito dai banchi di Montecitorio e diretto contro Ileana Argentin (Pd), già al centro delle polemiche anche perché il suo assistente aveva applaudito in Aula al posto suo. IL VIDEO

(in fondo al pezzo i video della bagarre in Aula sul processo breve)

Prima la protesta perché il suo assistente applaude in Aula al posto suo, poi l'insulto deplorevole: "Handicappata di m....".
E' successo anche questo a Montecitorio giovedì 31 marzo nel corso della bagarre durante l'esame del dl sul processo breve, slittato poi a martedì. Vittima dell'increscioso episodio, la deputata del Pd Ileana Argentin, che non può usare le sue mani perché disabile.
Ecco la ricostruzione dei fatti.

Tutto comincia quando la deputata, che come sempre è accompagnata da un assistente, decide di applaudire un intervento e, non potendolo fare con le proprie mani, chiede alla persona che l'ha accompagnata in Aula di compiere quel gesto. Che l'assistente abbia applaudito non è piaciuto ad alcuni parlamentari della maggioranza. In particolare ad Osvaldo Napoli, del Pdl, che si è avvicinato allo scranno dell' Argentin intimando al suo operatore di non battere le mani nell'Aula parlamentare. Fra i fischi dell'opposizione, il deputato è tornato al suo posto e, nella bagarre è intervenuto anche il leghista Massimo Polledri, per dare ragione a Napoli.
"Non posso muover le mani - ha risposto la deputata Pd - Se voglio applaudire lo faccio come e quando credo. Se non lo posso fare con le mie mani, lo faccio con le mani di chiunque".
Intervento questo al quale sono seguite le scuse di Osvaldo Napoli. 
La polemica, però, è andata oltre. Ileana Argentin ha infatti riferito ai giornalisti che in Aula è stato udito chiaramente, proveniente dai banchi del Carroccio, anche l'insulto "handicappata di m..".
Le reazioni del centrosinistra sono state un coro solidale con la deputata Democratica. Di "vergognosi insulti hanno parlato Ivan Scalfarotto e Nicola Zingaretti. Per Ignazio Marino si è trattato di vera e propria "barbarie politica", mentre Enrico Gasbarra ha sottolineato che con l'episodio di oggi "è stato superato ogni limite". Dario Franceschini ha espresso solidarietà a nome di tutti i deputati Pd, mentre il capogruppo Idv Massimo Donadi , parlando di "offese intollerabili", ha affermato che "se in quel partito ci fosse un po' di civiltà politica il primo a scusarsi dovrebbe essere Umberto Bossi".

Leggi tutto