De Magistris: "Processo breve scambio indegno con la Lega"

1' di lettura

L'europarlamentare dell'Idv commenta a SkyTG24 le ultime mosse del governo sulla giustizia e dice: al Carroccio "non interessa la legalità, pensa solo agli interessi della sua ristretta cerchia di voti”. VIDEO

Leggi anche:
Federalismo: la Lega preme. patto Berlusconi-Bossi ad Arcore

"Il parlamento è schiacciato sulle leggi ad personam del presidente del Consiglio. Prima il legittimo impedimento, ora il processo breve: sempre la stessa strategia per impedire che il premier sia processato". Così a SkyTG24 Mattina l’eurodeputato IdV Luigi De Magistris.

"L'opposizione porta avanti una legittima difesa - ha spiegato l'ex magistrato - perché vorrebbe che il Parlamento si occupasse dell'emergenza sociale ed economica. Mentre il Csm o l'Anm hanno il dovere di spiegare al Paese cosa accadrà, cioè che per salvare Berlusconi si buttano nel cestino centinaia di processi".

"Fini prima di essere folgorato dalla legalità era organico al disegno berlusconiano. Adesso no, perciò l'opposizione contro le leggi ad personam é più compatta - ha continuato - a difenderle sono solo PdL e Lega, che hanno stipulato uno scambio scellerato e indegno tra federalismo e giustizia. È finita, qualora sia mai esistita, la Lega della 'Roma ladrona': alla Lega non interessa la legalità, pensa solo agli interessi della sua ristretta cerchia di voti”.

Leggi tutto