Berlusconi: "State sereni, vado avanti"

1' di lettura

Dopo il videomessaggio ai Promotori della libertà il presidente del Consiglio torna a farsi sentire in un intervento telefonico a un convegno dell'Adc di Pionati e attacca Fini e l'opposizione. GUARDA IL VIDEO

Scopri gli Sgommati, la satira politica che non guarda in faccia nessuno

Sereno e determinato ad andare avanti. Silvio Berlusconi continua a garantire sulla tenuta del governo e della maggioranza e rassicura sul fatto che non ci sarà nessun passo indietro. Collegandosi telefonicamente con una iniziativa dell'Adc di Pionati, il premier dice infatti: "State sereni, sono assolutamente determinato ad andare avanti. Continuo a lavorare tutti i giorni, per molte ore al giorno, nell'interesse del Paese e degli italiani" (Ascolta nel video in alto la telefonata).

La determinazione a continuare la legislatura è un refrain che torna di continuo nelle parole di Berlusconi: "Siamo determinatissimi ad andare avanti per fare le riforme necessarie". E ancora: "Noi governiamo con la maggioranza che abbiamo in Parlamento per fare le riforme".

Berlusconi cita in particolare la riforma del federalismo e quella della giustizia, contro la quale, torna a ripetere, "Fini ha detto no". Anzi, insiste il capo del governo, proprio senza Fini e i finiani ora "andiamo avanti senza vincoli".

Infine, il premier garantisce di essere "sereno e determinato, non preoccupato" per l'inchiesta della procura di Milano che lo vede indagato per concussione e prostituzione minorile, "noi continuiamo a governare con una squadra di governo capace e appassionata e affrontiamo i problemi, li affrontiamo con determinazione. In Parlamento la nostra maggioranza in circa 50 giorni ha battuto sette a zero" l'opposizione, "ha dimostrato per ben sette volte di saper essere tale, nonostante due voti di fiducia che si pensava potessero avere un esito negativo, abbiamo invece vinto e sventato due attacchi contro due ministri". Insomma, "i numeri tengono, ne sono convinto".

Leggi tutto