Da Berlusconi a Fini, un paese in preda alle carte

berlusconi fini
1' di lettura

Continua la rivelazione dei dettagli sul caso Ruby. Nuovi dettagli sui presunti festini di Arcore. Da Santa Lucia intanto arrivano i documenti che proverebbero che il proprietario della casa di Montecarlo è Tulliani. LA RASSEGNA STAMPA

Guarda le foto:
Berlusconi e le donne: l'album fotografico
Le foto di Iris Berardi

Leggi anche:
Bruti Liberati: chi denigra i magistrati si qualifica da sé
"Ruby ci sta sputtanando": le nuove intercettazioni
La procura di Milano indaga su Berlusconi
Berlusconi: "Non fuggo e non mi dimetto"

Il caso Ruby e l'affaire della casa a Montecarlo tengono banco sulle prime pagine dei principali quotidiani in edicola. Mentre da Milano spuntano sempre nuovi dettagli sui festini che si sarebbero svolti nella villa di Arcore, da Roma si rinnovano gli attacchi del Pdl contro il presidente della Camera Gianfranco Fini. Il Pdl intanto annuncia l'intenzione di organizzare una manifestazione a sostegno del premier per il 13 febbraio,

Quando Berlusconi parlò di Ruby con Mubarak
- Il Corriere della Sera riporta un'indiscrezione secondo cui Silvio Berlusconi avrebbe parlato di Ruby al presidente Mubarak. "Ci sono testimoni, c'era l'interprete" avrebbe detto il Cavaliere, aggiungendo che ovviamente il presidente egiziano non riusciva a ricordare di avere una nipote in Italia. Il giornale di via Solferini prosegue ricostruendo il consiglio di guerra messo in piedi dal premier per difendersi dalle accuse dei pm di Milano ma anche, dopo l'arrivo delle carte da Santa Lucia, per riprendere gli attacchi contro il presidente della Camera Gianfranco Fini. "Per decenza dovrebbe dimettersi" avrebbe detto Berlusconi. Ma il caso Ruby pare stia provocando malumori anche nella famiglia del Presidente del Consiglio. Nello stesso articolo il Corriere svela che nei giorni scorsi ad Arcore ci sarebbe stata una lite con uno dei suoi figli riguardo alla telefonata alla trasmissione di Gad Lerner.

Un nuovo racconto
da Arcore - Repubblica pubblica invece la testimonianza di N., una ex compagna di scuola di Aris Espinoza, una delle ragazze di via Olgettina. "Aris mi aveva detto che se fossi andata il Presidente mi avrebbe dato del denaro" racconta la 21enne, che poi continua descrivendo il cosiddetto Bunga Bunga: "Alcune delle ragazze che facevano lo spogliarello e che erano poi nude si avvicinavano al Presidente, che gli toccava il seno e le parti intime". La testimone continua poi spiegando sapeva "perfettamente da quello che mi aveva detto Aris che avrei potuto fare sesso con il Presidente del Consiglio e ricevere in cambio denaro". La ragazza conclude poi spiegando che, per timidezza, aveva preferito non avere rapporti con il premier.

I documenti di Santa Lucia - Il Giornale pubblica invece i documenti arrivati da Santa Lucia e che proverebbero che la proprietà dell'appartamento di Montecarlo, facente parte del patrimonio immobiliare di Alleanza Nazionale e venduto a due società off shore, sia in realtà di Giancarlo Tulliani, cognato di Gianfranco Fini. Il quotidiano diretto da Alessandro Sallusti mette poi a disposizione online il pdf del documento arrivato da Santa Lucia.

Leggi tutto