Vendola: "I miei video ad Arcore? Niente di pornografico..."

1' di lettura

Il leader di Sel scherza sulle indiscrezioni in base alle quali alcuni suoi comizi sarebbero stati proiettati durante le serate organizzate dal premier. E a SkyTG24 afferma: “Sono lusingato, ma in realtà quello che si è visto è uno spaccato terribile”

Berlusconi e le donne: L'ALBUM FOTOGRAFICO

Guarda anche:
La procura di Milano indaga su Berlusconi
Berlusconi: "Non fuggo e non mi dimetto"
Intervista a Ruby: "Mai fatto sesso con Berlusconi"

Per intrattenere i suoi ospiti ad Arcore il premier Berlusconi proiettava anche filmati di discorsi di Nichi Vendola? Di fronte alla domanda il presidente di Sinistra ecologia libertà a SkyTG24 ha osservato: "Sono lusingato, difficilmente i miei discorsi possono essere rubricati tra il materiale pornografico... In realtà, quello che si è visto è uno spaccato terribile e non è esattamente il mondo di un organizzatore di cineforum...".
"Sono abbastanza divertito e rassegnato ad essere sfottuto nelle prossime ore", aveva detto invece poco prima Vendola a chi gli chiedeva se avesse letto le indiscrezioni apparse su alcuni giornali. Sul Corriere della Sera infatti emergono alcuni particolari della memoria difensiva presentata dai legali del premier alla Camera dove, in alcuni passaggi si fa proprio riferimento ai video dei comizi del presidente della Regione Puglia che sarebbero stati trasmessi ad Arcore (insieme ad altri film e alle partite del Milan) durante alcune serate. "Penso che ci si riferisca ai filmati girati su di me in campagna elettorale", ha aggiunto il leader di Sel, "e comunque credo che non possano essere una parte disdicevole delle serate di Arcore".

Ma la cosa "più grave" - ha invece spiegato Vendola nell'intervista a SkyTG24 - "è che il governo ha cancellato i problemi del paese”. "A me piacerebbe discutere delle coetanee e dei coetanei di Ruby che vivono in una prospettiva angosciante di precari. Abbiamo diritto di parlare del paese e di guardare le vicende della politica attraverso la lente della crisi che vive l'Italia". Per Vendola il governo rischia di inciampare presto, magari sul federalismo, perché è sostenuto da "una maggioranza che ha come collante la paura di perdere il potere. Ma questo collante non è sufficiente per contrastare un processo di disgregazione che il centrodestra scarica sul paese". Secondo Vendola occorrerebbe invece impegnarsi per "sostenere la domanda interna, aiutare le famiglie e il ceto medio a non sprofondare nella povertà, innanzitutto mettendo mano a una formidabile opera di redistribuzione della ricchezza. L'idea che la ricchezza sia esentasse e la povertà paghi dazio è veramente insopportabile".

Nella pagina di Facebook di Nichi Vendola sono arrivati molti commenti dei suoi sostenitori che hanno scherzato e facilmente ironizzato sulle indiscrezioni contenute nella memoria difensiva presentata dagli avvocati del premier. "Ma siamo sicuri che volesse dire Nichi Vendola e non Nichi Minetti...?", dice Alessandro tirando in ballo il consigliere regionale del Pdl indagata per l'affaire Ruby. "Forse li guardava x imparare qualcosa di buono", aggiunge Annalisa. Mentre Valentina insinua un dubbio: "Che Nichi fosse un bell'uomo lo sapevamo tutti... Ma che anche Silvio lo trovasse intrigante... bhe questa è una gran sorpresa! Quindi la dichiarazione in cui sostiene di non aver mai avuto interesse per una DONNA di sinistra... nasconde un lato oscuro!!!!".

Guarda tutti un altro stralcio dell'intervista di SkyTG24 a Vendola:

Leggi tutto