"Non siamo indignati": sul web i militanti sono col premier

"Spazio azzurro": la lavagna pubblica all'interno del sito del Pdl
1' di lettura

Dopo l'indagine che vede coinvolto Silvio Berlusconi con l'accusa di prostituzione minorile, gran parte degli elettori si schierano in favore del presidente del Conisglio. Ma c'è anche chi dice: "Adesso hai raggiunto il limite"

Guarda anche:
Berlusconi e le donne: L'ALBUM FOTOGRAFICO
In piazza contro Berlusconi: FOTO
Il video messaggio del premier: "Mai pagato donne"
Intervista a Ruby: "Mai fatto sesso con Berlusconi"

Le intercettazioni, i magistrati politicizzati, il colpo di Stato. E ancora la "rivoluzione liberale", le riforme e le toghe rosse.
Spazio azzurro, la lavagna del sito del Popolo della libertà interamente dedicata ai suoi elettori, si conferma uno dei fortini di più stretta osservanza berlusconiana.
Gli accenni al caso Ruby e all’indagine che vede coinvolto il premier con l’accusa di prostituzione minorile sono quasi tutti in difesa di lui, “il Presidente” appunto.
“Silvio è davvero sincero!!!”, scrive Elisabetta. “Non sono indignato e non necessito chiarimenti” aggiunge Fabio.
E un altro, ancora più arrabbiato, dice: “i magistrati che passano le notizie con i numeri di cellulari di persone ai giornali che le pubblicano vanno LICENZIATI dall'incarico di impiegati pubblici”.

Eppure anche nella cittadella virtuale del premier, qualche dubbio si inizia a insinuare. È il caso di Ester che scrive: “Carissimo Presidente, io sono sempre stata berlusconiana. L'ho difesa sempre con tutti i miei amici, ma adesso ha raggiunto il limite. Si faccia da parte e salvi il Paese”.
O di un altro elettore che con toni decisamente (e forse involontariamente) più paradossali nota: “Perché non difendete anche noi dai magistrati che ci stanno abbattendo le case di necessità e non le speculazioni edilizie? Abbiamo pagato milioni in condoni edilizi”.

La musica non cambia neppure su Facebook. Nella pagina ufficiale del governo Berlusconi è un coro (quasi univoco) di “Presidente siamo con te”, del resto in sintonia con quanto professano in queste ore i dirigenti (e soprattutto le dirigenti) del partito.
Cristina scrive: “Resisti zio Silvio! Sei un grande! :)”, mentre Andrea ritorna su uno dei mantra berlusconiani: “Vogliono tentare un golpe, ma non ci riusciranno” mentre qualcuno se la prende con “La gelosia di pm togati di rosso”.
Ma anche qui, tra un “Grande” e un “Vai silvio”, c’è almeno qualcuno che ironizza: “Forza presidente, ancora una volta hai creato un altro posto di lavoro, ruby è richiestissima e ben pagata dalle tv e discoteche!”.

Tutti i video sul caso Ruby:

Leggi tutto