Bersani: "Lanciamo la sfida per la riscossa italiana"

1' di lettura

Il leader del Pd, in una lettera pubblicata su quotidiano il Messaggero, si appella alle opposizioni e alle forze sociali: "Cambiamo insieme l'agenda del Paese". E sottolinea l’urgenza di una riforma repubblicana e di un patto per la crescita

Guarda anche:
Beautiful Lab, 20 anni di centrosinistra in 5 minuti
L'album del Partito Democratico

LA RASSEGNA STAMPA

"L'Italia non può più accettare di essere narcotizzata dal chiacchiericcio politicista e da un divario fra politica e società che accumula sfiducia e passività. Dobbiamo cambiare l'agenda". Con queste parole il segretario del Pd Pier Luigi Bersani lancia dalle colonne del Messaggero un appello a opposizioni e forze sociali per la "riscossa" italiana, evidenziando l'urgenza di una "riforma repubblicana" e di un "patto per la crescita".

La lettera del leader del Pd pubblicata venerdì 7 gennaio (guarda la rassegna stampa) sul quotidiano romano si apre con un'analisi della situazione economica e politica dell'Italia, le sfide della globalizzazione imposte a livello internazionale e con una disamina dell'ultimo decennio, durante il quale - scrive - "il campo del governo è stato occupato da una salda complementarietà di berlusconismo e leghismo, nati entrambi da una fase di forte discredito della politica e di cronica debolezza delle istituzioni". Bersani riconosce che gli ultimi dieci anni poggiano "su problemi antichi e precedenti a Berlusconi", ma sottolinea che "nell'ultimo decennio i problemi non hanno avuto rimedio", al contrario "si sono disastrosamente aggravati".

"Restiamo fra i più ricchi Paesi del mondo - prosegue - ma perdiamo rapidamente posizioni". Di qui l'appello a tutti coloro che riconoscono "l'emergenza" a prendersi le proprie "responsabilità" e a "suscitare una riscossa che mobiliti le energie e le risorse economiche, morali e civili di cui il Paese dispone". In primis Bersani si rivolge alle forze "dell'opposizione di centrosinistra e di centro". "Qui si parla - aggiunge - di un nuovo patto fondamentale in campo economico e sociale su terreni fondativi come quelli della fiscalità e delle relazioni sociali. E' questa la ragione profonda di un appello che vuole coinvolgere forze progressiste e moderate". "Discutiamo di una piattaforma essenziale, di una riforma repubblicana che parli di federalismo, di legge elettorale, di informazione, di conflitti, di interesse, di giustizia per i cittadini" e "discutiamo di una questione sociale e di un grande patto per la stabilità e la crescita fatto di vere riforme". E' su una simile piattaforma, conclude, che "il Pd sta lavorando, ed è questa la proposta che avanzerà nelle prossime settimane".

Leggi tutto