Berlusconi: "Sono certo di poter continuare a governare"

1' di lettura

Telefonata del premier alla Comunità e Incontro di don Gelmini: "Se c'è qualcuno che è oggetto di diffamazione quotidiana, questo sono io. Mi hanno accusato di tutto, dalla mafia alle stragi". IL VIDEO

Guarda anche:
Beautiful Lab, Berlusconi e Fini: la relazione in 4 minuti
Fini, Berlusconi e il Pdl: tutte le foto

"Abbiamo la certezza di poter continuare a governare per i prossimi due anni e mezzo, visto la certezza dei numeri aumentati alla Camera".
Silvio Berlusconi conferma il suo ottimismo sulla durata della legislatura. Nel corso di una telefonata alla Comunità e Incontro di don Pierino Gelmini ad Amelia, parla del rischio di una crisi di governo e spiega: "Saremmo andati incontro ad una situazione molto grave per il Paese: in un momento di crisi globale non avere il governo e introdursi in una campagna elettorale anche molto dura, avrebbe potuto attirare la speculazione internazionale".

Nel suo intervento telefonico, Berlusconi risponde a Don Gelmini che lamenta gli siano state attribuite pressioni al premier per far diventare ministro Mariastella Gelmini: "Quando Mariastella Gelmini è stata nominata ministro dell'Istruzione eravamo convinti delle sue capacità e le ha dimostrate. Non hai fatto pressioni nella maniera più assoluta e non c'era ragione di farle perché la Gelmini la conosciamo per il suo percorso di lavoro nel nostro movimento. E' stata per diversi anni coordinatrice della più importante regione italiana, la Lombardia. Quando è stata nominata ministro dell'Istruzione eravamo convinti delle sue capacità e le ha dimostrate"

Il premier, rivolgendosi al sacerdote fondatore della comunità, ha aggiunto poi che "se c'è qualcuno che è oggetto di diffamazione quotidiana, questo sono io. Mi hanno accusato di tutto, dalla mafia alle stragi, non c'è nulla di cui io sia stato lasciato indenne da coloro che mi calunniano. Cerco modestamente di imitarti: come tieni botta tu, tengo botta io".

Leggi tutto