Renzi ad Arcore: "La mi porti un bacione ad Arcula"

fonte foto: Facebook
1' di lettura

Un fumetto con Silvio Berlusconi che appare come dracula e il sindaco di Firenze in versione zombi. Ecco l'ultima trovata degli utenti di Facebook che continuano a dibattere sul vertice a Palazzo tra il premier e il primo cittadino toscano

Guarda anche:
Beautiful Lab, 20 anni di centrosinistra in 5 minuti
Renzi: "Col premier abbiamo parlato solo di Firenze"

Un fumetto con Silvio Berlusconi che prende le sembianze di dracula e Matteo Renzi in versione zombi, e sopra la scritta 'La mi porti un bacione da Arcula'.
E' quanto appare in una foto postata sulla pagina Facebook del sindaco di Firenze, con un chiaro riferimento all'incontro ad Arcore tra il primo cittadino e il presidente del Consiglio.
Sotto le due caricature si legge: "Renzi ad Arcore per il bene di Firenze. Ma allora perché è tornato?". Nel fumetto, poi, si attribuisce al sindaco la frase "L'ho fatto per la mia città" (come la ragazza che ci lascia perché ci ama troppo). E ancora: "Mi ha promesso che sistema Firenze in 10 giorni, no, 3 giorni, anzi, in 15 giorni"'.
Immediate le reazioni degli utenti: "Che schifo questo post, ma non provi vergogna?" scrive un ragazzo.

La polemica continua e, a giudicare dai post e dalle note che affollano il wall di Matteo Renzi, non sembra destinata a placarsi. Non ora almeno.
Al centro della querelle virtuale quel vertice che a molti non è andato giù. Elettori per primi.

"Eri, ma non sei più! Niente di meno per costruirti un futuro vai ad Arcore?! E quando incontrerai anche Putin?! Ci hai deluso profondamente!" si legge in uno dei tanti post che attaccano la scelta del primo cittadino.
"Appena incontro anche Putin, ti faccio sapere. Per Gheddafi ci stiamo organizzando. Per il mio futuro faccio da solo. Ho incontrato Berlusconi per chiedere il rispetto degli impegni elettorali che lui ha preso per la mia città", ha risposto appellandosi all'ironia Matteo Renzi, che a un altro commento critico sul vertice col premier ha spiegato: "Capisco la critica sul luogo simbolo. Ma se il premier mi dà appuntamento ad Arcore, vado ad Arcore. Penso che il Pd dovrebbe lavorare per cambiare il premier, non per cambiare il luogo degli incontri".

In tanti, però, difendono l'operato del sindaco.
"La destra non c'è più, la sinistra non c'è più. Contano le idee e le persone e lei caro sindaco è in pole position! Si stacchi dagli strateghi ai box, che son peggio di quelli della Ferrari di quest'anno!".

Insomma, la
polemica continua.

Leggi tutto