Napolitano sul governo: "Nessuno può prevedere il futuro"

Giorgio Napolitano
1' di lettura

Il presidente della Repubblica in visita alla Pinacoteca di Brera non si sbilancia in previsioni su quello che accadrà dal 14 dicembre in poi: "Adesso si apre un altro capitolo, vedremo insieme come va a finire"

Guarda anche:
Beautiful Lab: la relazione Fini-Berlusconi in 4 minuti
Berlusconi e la maledizione dei presidenti della Camera
Fini, Berlusconi e il Pdl. LE FOTO

Non fa previsioni sul futuro del Paese il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Dopo l'approvazione ieri della legge di stabilità "il seguito nessuno è in grado di prevederlo", dice al termine della visita alla pinacoteca di Brera di Milano. "Può farlo - aggiunge - solo chi ha una speciale sfera di cristallo". "Adesso - conclude - si apre un altro capitolo, vedremo insieme come andrà a finire".

Dopo la visita al museo, il Presidente, è stato avvicinato da una delegazione di  studenti dell'Accademia di Brera che gli hanno mostrato una lettera in cui venivano espressi i motivi della protesta delle Accademie di Belle Arti. Il Capo dello Stato, che si è trattenuto per qualche minuto con la delegazione, si è dimostrato interessato alle problematiche  espresse assicurando di prendere a cuore la questione firmando, simbolicamente, un assegno di 300 milioni di euro a favore della  "cultura, istruzione e liberi saperi".

Leggi tutto