Nel Pdl scoppia la "grana" Carfagna, il premier la chiama

1' di lettura

Dopo gli attacchi degli esponenti del suo stesso partito, il ministro delle Pari Opportunità è pronta a uscire dal governo e dal Pdl. Berlusconi le telefona da Lisbona: “Ma che ti importa della Campania? Ormai hai un profilo nazionale”

Guarda le foto di Mara Carfagna

Non c’è pace nella maggioranza. Tra gli attacchi dei finiani e il rebus dei voti necessari per la fiducia del 14 dicembre, spunta ora anche la “grana” Carfagna. Il ministro delle Pari Opportunità è pronta a dimettersi dal governo e dal Pdl. A innescare la miccia le ripetute offese degli alleati, culminate nell’acceso diverbio nel bel mezzo di Montecitorio con Alessandra Mussolini, che ha anche scattato una foto per riprendere la Carfagna durante una conversazione con il finiano Italo Bocchino.

Direttamente da Lisbona, dove sta partecipando al vertice Nato, il premier Berlusconi ha telefonato al suo ministro per tentare una mediazione. Come riporta il Corriere della Sera, il presidente del Consiglio avrebbe detto alla Carfagna: “Ma che ti importa delle questioni della Campania? Tu ormai hai un profilo nazionale, sei un ministro”. La conversazione sarebbe proseguita, secondo invece il quotidiano La Repubblica,con una esortazione: “Il momento è molto difficile. Stiamo cercando di recuperare ma, se ti dimetti, ti presti a essere strumentalizzata e Fini non aspetta altro”.

Ma il ministro Carfagna sembra decisa ad andare per la sua strada e starebbe valutando l'ipotesi di lasciare l'esecutivo ed il partito all'indomani della votazione di fiducia al governo prevista per il 14 dicembre. I motivi? Probabilmente i contrasti con i vertici campani del partito e per "l'incapacità" dei coordinatori nazionali del Pdl di affrontare i problemi interni al partito in Campania.
A quanto si apprende, alla base della scelta anche "gli attacchi volgari e maligni" di esponenti del partito come Giancarlo Lehner, Mario Pepe e Alessandra Mussolini.

Leggi tutto