Primarie a Milano: Pisapia batte Boeri

Giuliano Pisapia vota per le primarie del centrosinistra
1' di lettura

"Abbiamo fatto un miracolo" dice l'ex parlamentare del Prc che ha conquistato il 45,36% dei voti, con 5 punti percentuali di vantaggio rispetto al candidato sostenuto dal Pd. Affluenza sotto le aspettative: i votanti sono stati 67.499

Vai allo speciale Primarie di Milano
I milanesi alle urne: guarda le foto

E' Giuliano Pisapia il vincitore delle primarie del centrosinistra di Milano. L'avvocato ha conquistato il 45,36% dei voti, con 5 punti percentuali di vantaggio rispetto al diretto sfidante Stefano Boeri, appoggiato dal Pd, che si è fermato al 40,16%. Valerio Onida ha ottenuto il 13,41%, l'outsider Sacerdoti l'1,07%. Solo 4 le schede contestate.

"Abbiamo fatto un miracolo, adesso ce ne aspetta un altro: battere la Moratti", il commento di Pisapia al suo arrivo al comitato elettorale a scrutinio non ancora ultimato. "E' stata una vittoria di tutti" ha detto ancora, prima che arrivasse il risultato finale ufficiale, ma quando il vantaggio era ormai certo. Al comitato elettorale è stato accolto dagli applausi dai numerosi sostenitori.

"Comunque vada, grazie a tutti", il messaggio postato da Stefano Boeri, sul suo profilo facebook, a urne chiuse, prima del risultato. Quando la vittoria di Pisapia è apparsa certa, poi, Boeri ha telefonato al suo sfidante per congratularsi e "mettersi a sua disposizione".

Affluenza inferiore alle aspettative - L'affluenza alla consultazione è stata inferiore rispetto alle primarie del 2006. I votanti sono stati 67.499, contro gli 82mila che si erano recati alle urne quattro anni fa. Affluenza molto più bassa anche rispetto alle aspettative di tutti i candidati che si erano prefissati l'obiettivo dei 100mila.

Berlusconi: "In bocca al lupo alla Moratti" - Sul fronte del centrodestra, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha ufficializzato proprio nel giorno delle primarie del centrosinitra, la candidatura di Letizia Moratti, facendole l'in bocca al lupo, nel corso del suo intervento telefonico alla manifestazione del Pdl.
"Sono stata un poco sorpresa - ha detto la Moratti a proposito dell'annuncio del premier - ma l'ha fatto anche l'altra volta, quando mi ha candidato a sorpresa a sindaco e l'ha fatto anche questa volta".

"Le primarie sono il metodo per individuare il candidato destinato alla sconfitta", è stato il commento del governatore lombardo Roberto Formigoni al voto del centrosinistra. Eppure il vincitore Pisapia, candidato poco affine all'elettorato moderato, potrebbe dare del filo da torcere a Letizia Moratti, a maggior ragione se la sua vittoria aprisse al centro lo spazio per la candidatura "terzista" dell'ex sindaco Gabriele Albertini.

Leggi tutto