Il comunicato ministeriale più popolare del web

1' di lettura

Una conversazione tra Tremonti e Casini viene "spiata" da un cronista e rilanciata dalle agenzie. Una nota del ministero dell'Economia, con tanto di servizio di sintesi vocale, smentisce: "Tesoro, mai parlato di puttanelle". In rete è tormentone. L'AUDIO

ASCOLTA IL COMUNICATO DEL MINISTERO

di Pamela Foti

Succede anche questo nei corridoi delle aule parlamentari. Può infatti capitare che esponenti di diversi partiti sostino nel salone adiacente alla Camera e che qualcuno "origli" (o sostenga di averlo fatto) le loro conversazioni. Proprio come è capitato al ministro del tesoro Giulio Tremonti e al leader dell'Udc Pierferdinando Casini.
In attesa del voto alla Camera del 9 novembre, che ha visto il governo andare sotto per ben 3 volte, i due si sono soffermati in Transatlantico ("il salone all'estremo dell'aula e che deve il suo nome alla illuminazione a plafoniera, caratteristica delle navi transoceaniche" come recita il sito della Camera).
Alle loro spalle un giornalista carpisce parte delle loro conversazioni e dà in pasto alle agenzia la notizia che il titolare del Tesoro e il leader dell’Udc avrebbero parlato di.. "puttanelle".
Immediata la risposta del Ministero dell’Economia e delle Finanze che pubblica - sembra senza ironia alcuna - questa smentita: "La notizia battuta da una agenzia di stampa secondo cui Il ministro Tremonti e l’on. Casini avrebbero parlato di “puttanelle”, è assolutamente falsa". E il nuovo ed efficiente servizio di sintesi vocale, che permette di ascoltare oltre che di leggere le note emesse da via XX Settembre, contribuisce a rendere ancora più surreale la nota ministeriale: "Comunicato stampa numero 182. Tesoro, mai parlato di puttanelle".

Manco a dirlo, il comunicato sta diventato un tormentone in Rete. La pagina del Ministero è stata condivisa su Facebook da oltre 2mila utenti e qualcuno ha persino creato la fan page anche se, a onore del vero, per ora non riscuote molto successo. E su blog e forum i commenti si sprecano, e sono tutti dello stesso tenore.

Leggi tutto