Comunali a Milano, tutto sulle primarie del centrosinistra

1' di lettura

Quando si vota, chi può votare, dove sono i seggi, chi sono i candidati. Guida alla votazione del 14 novembre che decreterà chi sarà a sfidare il candidato del centrodestra

Scopri lo speciale sulle Primarie di Milano e guarda come se la sono cavata i quattro candidati con l'esame di milanesità di Sky.it

di Giulia Floris


Chiamata alle urne per il popolo del centrosinistra milanese. Dopo il primo esperimento alle comunali del 2006, si tengono domenica 14 novembre le primarie per il candidato sindaco che sfiderà (forse) Letizia Moratti (ma la sua riconferma non è ancora ufficiale e non è escluso che possa scendere in campo anche Gabriele Albertini) alle prossime elezioni per il primo cittadino di Milano.

Nel 2006 furono le primarie dell’Unione, coalizione che riuniva Ds, Margherita, Verdi, Idv, Rifondazione comunista, comunisti italiani, Socialisti, Repubblicani  e Udeur. A sfidarsi Bruno Ferrante, Dario Fo, Milly Bossi Moratti e l'indipendente Davide Corritore. In più di 80mila rispose all’appello e il verdetto incorò l’ex prefetto Ferrante a sfidante (poi sconfitto) di Letizia Moratti.

Quattro anni dopo, hanno sottoscritto il regolamento delle primarie del centrosinistra Pd, Sinistra ecologia e libertà, Socialisti, Verdi, la Federazione delle sinistre e Milano civica (ex lista Ferrante) I candidati sono di nuovo quattro e per quanto riguarda l’affluenza,  l'Osservatorio di Lorien stima in 90mila i possibili votanti.

Chi può votare
- Possono votare alle primarie del centrosinistra  tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Milano, gli stranieri dell'Unione europea ed extracomunitari residenti a Milano e i giovani residenti in città che compiranno 16 anni entro il 23 maggio 2011 (quando scadrà il mandato comunale in corso). Non possono votare i lavoratori o gli studenti fuorisede non residenti a Milano: il regolamento mira infatti a ricreare il più possibile condizioni del voto alle amministrative, salvo le eccezioni indicate.

Dove e quando - Si vota domenica 14 novembre dalle 8 alle 20, in 128 seggi (contro i 124 delle scorse primarie)  distribuiti in tutte le zone della città, in base alla propria sezione elettorale. Sul sito del comitato organizzativo è disponibile un motore di ricerca per individuare il proprio seggio indicando il numero della sezione elettorale o l’indirizzo di residenza.

Come si vota - Per votare è necessario sottoscrivere le linee guida sui principi che ispirano le primarie del centrosinistra milanese e dare un contributo minimo di due euro per coprire le spese organizzative. Al momento del voto occorre esibire un documento di identità e (per gli aventi diritto al voto alle comunali) la tessera elettorale e dare il consenso all'inserimento del proprio nominativo nell'elenco dei partecipanti e al trattamento dei dati. E' possibile scaricare la pre-scheda elettorale in cui indicare le proprie generalità per evitare la trascrizione a mano e accorciare il tempo di attesa.

Chi sono i candidati - Stefano Boeri: nato a Milano nel 1956, architetto e urbanista. Insegna al Politecnico di Milano e dirige un seminario alla GSD di Harvard. Dirige la rivista "Abitare" dal 2007. Con il suo studio, Stefano Boeri Architetti, ha lavorato sui sistemi urbani e portuali mediterranei (Genova, Napoli, Trieste, Cagliari, Salonicco, Mitilene, Marsiglia, La Maddalena). A Milano ha lavorato alla nuova sede della RCS, al rinnovamento del Policlinico, al masterplan per il CERBA, al Bosco Verticale. E' il candidato sostenuto dal Pd: l'appoggio del principale partito della coalizione ha suscitato malumori negli altri candidati. Vai al sito di Boeri.

Valerio Onida: nato nel 1936 a Milano dove ha sempre vissuto, sposato e padre di 5 figli, docente di Diritto costituzionale, insegna Giustizia costituzionale nell’Università degli Studi di Milano è avvocato, esperto di Diritto costituzionale e amministrativo. Eletto nel 1996 giudice della Corte costituzionale ne è divenuto Presidente nel 2004. Scaduto il mandato nel 2005 ha ripreso l’insegnamento. Opera come volontario presso lo sportello giuridico del carcere di Bollate. Non è mai stato iscritto a nessun partito, è sostenuto da un comitato chiamato “Milano Riparte”, fondato da un gruppo di intellettuali milanesi che mette insieme oltre novanta personalità del mondo delle professioni e della cosiddetta società civile, come Guido Rossi, Riccardo Sarfatti, Francesco Saverio Borrelli. Vai al sito di Onida

Giuliano Pisapia: Nato a Milano nel 1949, laureato in giurisprudenza e in scienze politiche, è avvocato penalista. Ha partecipato, come difensore di imputati o come parte civile a numerosi importanti processi penali. Si è occupato della difesa di Abdullah Öcalan durante la sua permanenza in Italia ed è stato il legale della famiglia di Carlo Giuliani, costituitasi parte civile durante l'inchiesta seguita al G8 di Genova del 2001. Nel 1996 è stato eletto deputato come indipendente nelle liste di Rifondazione Comunista. In quella legislatura è stato presidente della commissione giustizia della Camera dei deputati. Nel 2001 è stato rieletto deputato e sono stato presidente del Comitato carceri. E' il candidato di Sinistra ecologia e libertà e per lui è sceso in campo in prima persona Nichi Vendola.  Vai al sito di Pisapia.

Michele Sacerdoti: Nato nel 1950 a Milano, laureato in fisica si è occupato per trent’anni di informatica per le banche e ha insegnato all’università Cattolica. Collabora con la Statale di Milano e col Cern di Ginevra. Ambientalista convinto milita nei Verdi dal 1990 ed è tra i fondatori della Rete dei Comitati Milanesi. Tra i candidati rappresenta l'outsider: il suo partito i Verdi, ha lasciato agli iscritti libertà di voto. Vai al sito di Sacerdoti.

Per informazioni - E' possibile visitare il sito del Comitato organizzativo Primarie 2010 , oppure telefonare: 02/97377803, 339/2690236, 393/2690429. Fax 02/87088539. Per le mail: info@primariemilano.it

Leggi tutto