Conferenza della Famiglia, Berlusconi non aprirà i lavori

Il sottosegretario con delega alle Politiche per la famiglia Carlo Giovanardi
1' di lettura

Toccherà al sottosegretario Giovanardi dare inizio al convegno. Nei giorni scorsi, il presidente del forum delle associazioni, Francesco Belletti, aveva manifestato imbarazzo per la prevista partecipazione del premier

LE FOTO: Berlusconi e le donne - Ruby Rubacuori - La stampa straniera ne parla così
Ruby, ancora dubbi sulla notte in questura del 27 maggio

Sarà il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega alle Politiche per la famiglia, Carlo Giovanardi, e non il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ad aprire la seconda Conferenza nazionale della famiglia che si svolgerà a Milano dall'8 al 10 novembre.

Il consiglio dei ministri, si legge infatti in una nota di Palazzo Chigi, "ha dato mandato al sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega alle Politiche per la famiglia, Carlo Giovanardi, di aprire, a nome del Governo, i lavori della Conferenza, augurando buon lavoro a  tutti i partecipanti".

Da programma, un intervento di Berlusconi avrebbe dovuto dare inizio al convegno, ma mercoledì 3 novembre il presidente del forum delle associazioni delle famiglie, Francesco Belletti, aveva espresso imbarazzo per la presenza del premier Silvio Berlusconi dopo lo scandalo legato all'inchiesta sulle escort che avrebbero frequentato le residenze del premier.

Leggi tutto