Schifani: "Non possiamo permetterci instabilità"

1' di lettura

Il presidente del Senato interviene al convegno dei giovani industriali a Capri e dice: "Forte il rischio di speculazioni". Poi lancia un appello per il Sud: "E' l'area più fornita di risorse non utilizzate"

Leggi anche:
Marcegaglia: "La politica deve ritrovare la dignità"

"In un momento così complesso e di crisi è forte il rischio di speculazione. Il Paese non può permettersi fasi di instabilità, incertezza, contrapposizione politica forzata". A dirlo il Presidente del Senato, Renato Schifani, al convegno dei giovani imprenditori di Confindustria. "E' bene evitare - ha aggiunto Schifani - crisi di sistema irreversibili e ciascuno, di ogni ordine e grado, è chiamato all'esercizio del buonsenso e della ragionevolezza".

Dal presidente del Senato anche un appello per la valorizzazione del Mezzogiorno. "La grande opportunità di crescita per tutto il paese è il Sud, l'area più fornita di risorse umane,  territoriali e ambientali non ancora utilizzate - ha detto - per questo è indispensabile che il governo dia seguito alla puntuale applicazione del piano straordinario per il Sud, utilizzando la meglio i circa 100 miliardi di euro tra  fondi europei, fondi nazionali Fas 2007-2013 e i fondi recuperati dal  precedente ciclo 2000-2006, perche' non spesi".

"Il Sud - ha insisto Schifani - può e deve diventare il volano per l'intero Paese e per lavorare al meglio per la sua rinascita, sara'  utile una cooperazione tra pubblico e privato e saranno necessarie le  massime facilitazioni fiscali e l'utilizzazione di nuovi strumenti  finanziari con l'obiettivo di trasferire l'innovazione alle piccole e  medie imprese".

L'appello per il Sud di Schifani arriva proprio nel giorno in cui a Palermo si tiene l'Assemblea costituente del movimento Forza del Sud del sottosegretario Gianfranco Micciché.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24