Ignazio La Russa: "Lasciare l'Afghanistan entro il 2011"

Il ministro della Difesa Ignazio La Russa
1' di lettura

Il ministro della Difesa in un'intervista a La Stampa ipotizza che il nostro contingente possa lasciare la zona di Herat in anticipo rispetto a quanto previsto

(in fondo al pezzo tutti gli aggiornamenti video)

Le foto dei militari coinvolti nell'imboscata
Le reazioni della politica e delle istituzioni
Afghanistan: L' ALBUM FOTOGRAFICO
Il ferito: mi sono rotto di stare in Afghanistan

Dopo l'attacco agli alpini in Afghanistan rivendicato dai talebani, il ministro della Difesa Ignazio La Russa ipotizza che le truppe italiane lascino Herat in anticipo, "entro il 2011". La Russa, il quale ha anche proposto di armare i bombardieri, ha parlato della exit strategy del contingente italiano in un'intervista a La Stampa (guarda la rassegna stampa): "E' essenziale chiarire che ne voglio discutere nelle sedi opportune con Petraeus, con la Nato".

"La nostra strategia - spiega il titolare della Difesa - è per prima cosa conquistare il territorio, addestrare gli afghani, dare alla politica di Kabul la possibilità di gestire in proprio la loro polizia e il loro esercito. Potrebbe avvenire che la nostra zona ovest entro il 2011 venga largamente consegnata al governo afghano, più di altre zone. A questo punto, dovremmo affrontare il principio che noi non andiamo in un'altra zona". E ancora: "Se riusciremo a fare uno sforzo, con l'aiuto di tutto il contingente internazionale, di dare al governo di Herat il controllo di tutta la zona ovest, quello sarà il momento per far rientrare la gran parte dei nostri soldati".

Soldati caduti in Afghanistan, tutti gli aggiornamenti video:

Leggi tutto