Berlusconi: "Dobbiamo lasciarci le polemiche alle spalle"

1' di lettura

Il premier interviene telefonicamente alla festa del Coordinamento provinciale del Pdl di Benevento e dice: "Andremo avanti se i finiani rispetteranno i patti". Poi attacca: "La sinistra non sarà mai un'alternativa di governo". ASCOLTA LA TELEFONATA

Fini, Berlusconi e il Pdl. LE FOTO
Le coppie scoppiate della politica: LE FOTO

Leggi anche:

Vaticano: "Da Berlusconi battute deplorevoli"

"Chiediamo ai parlamentari che sono usciti dal Pdl di non dimenticare che sono stati eletti nelle liste del Pdl e con la scritta 'Berlusconi presidente".  Così il premier Silvio Berlusconi nel suo intervento telefonico alla festa del partito "Viva l'Italia - Il Governo Berlusconi mantiene gli impegni", organizzata dal Coordinamento provinciale di Benevento e promossa dalla deputata Nunzia Di Girolamo. Il premier si è anche detto sicuro che i finiani agiranno per "far sì che si riesca a realizzare il programma" e, se così sarà, ha detto, "andremo avanti fino a fine legislatura".

"Ci aspetta una stagione impegnativa, abbiamo tre anni davanti a noi per portare avanti il nostro progetto - ha detto ancora il premier - dobbiamo lasciarci alle spalle le polemiche e continuare nella nostra vocazione vera, quella del governo del fare". "Se l'opposizione vuole continuare a comportarsi in modo aggressivo e insultante - ha continuato -  diremo: peggio per loro. Vorrà dire che confermano che non diventeranno mai una forza di sinistra democratica e continuando così non saranno mai seria alternativa di governo".

"Se cresce il Sud cresce tutta l'Italia" ha affermato poi Berlusconi, nell'illustrare i piani del governo per la crescita del mezzogiorno.

Tutti i video sulla crisi all'interno della maggioranza

Leggi tutto