Rosy Bindi: la bestemmia di Berlusconi è grave

1' di lettura

La presidente del Pd a SkyTG24: il premier la smetta di attaccare le istituzioni. Avvenire e Osservatore Romano condannano le parole del presidente del Consiglio: deplorevoli battute. Il leader del Pdl, intanto, rilancia: governiamo per altri 3 anni

Bufera sulle barzellette - Dopo il silenzio e l'imbarazzo ufficiali delle prime ore, i vescovi italiani e il Vaticano hanno censurato il premier Silvio Berlusconi per le sue barzellette su Rosy Bindi (con bestemmia finale) e sugli ebrei . E' stata scelta la strada degli organi di stampa, ovvero Avvenire, giornale di proprietà della Cei, e l'Osservatore Romano, il quotidiano del Papa. Una bestemmia "insopportabile", ha scritto il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, in un editoriale intitolato " Un più alto dovere di sobrietà e rispetto ". Battute "deplorevoli" che "offendono indistintamente il sentimento dei credenti e la memoria sacra di sei milioni di vittime della Shoah", ha protestato il giornale vaticano, in un articolo interno non firmato. Alto il profilo giornalistico della Chiesa italiana, più basso quello d'Oltretevere: la sostanza del messaggio però non cambia.

Avvenire - "Il problema - scrive il direttore Tarquinio - è il deposito di battute e gaffe (vere o presunte). Il problema è che dal deposito sia affiorata anche un'insopportabile bestemmia (che anche se vecchia di mesi e mesi non è, purtroppo, meno tale)", puntualizza. Poi, il richiamo al titolo dell'editoriale: "Sul capo del governo grava, inesorabile, un più alto dovere di sobrietà e di rispetto. Per ciò che si rappresenta, per i sentimenti dei cittadini e per Colui che non va nominato invano", conclude il direttore di 'Avvenire'.

Osservatore romano - Nel pomeriggio di sabato, arriva l'intervento dell'Osservatore Romano. Sotto l'aspetto di un pezzo di cronaca, che cronaca non è, il quotidiano del Papa parla delle "nuove tensioni e polemiche" che scuotono l'Italia. "In questo contesto - chiosa il giornale - appaiono tanto più deplorevoli alcune battute del capo del Governo, più o meno recenti e di cui peraltro Berlusconi si è subito scusato, che offendono indistintamente il sentimento dei credenti e la memoria sacra dei sei milioni di vittime della Shoah".

Rosy Bindi - La presidente del Pd Rosy Bindi, ancora una volta oggetto delle battute del premier interviene ai microfoni di SkyTg24: "La bestemmia è grave" dichiara. E aggiunge: "Il premier la smetta di criticare le istituzioni".
A scolta qui sotto l'intervista integrale



Crisi Pdl - I ntanto, non si placano le polemiche a distanza tra Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini. Il premier, in collegamento telefonico con la festa del partito a Benevento rilancia, infatti, l'attuale governo: "Andremo avanti per altri 3 anni" dice. E precisa: " Se i finiani rispetteranni i patti ". ( L'INTERVENTO INTEGRALE )
il presidente della camera, dal canto suo, fa sapere che Fli non accetterà una " riforma della giustizia che penalizzi la magistratura ".

Leggi tutto